A A+ A++

Conferenze regionali e Premio della Regione del Veneto per la pace e la solidarietà tra i popoli

L'Articolo 20 della L.R. n. 55/1999 prevede la promozione di una conferenza biennale sulle tematiche dei diritti umani, della cultura di pace e della cooperazione decentrata allo sviluppo.

Art. 20 - Conferenza regionale e manifestazione sulla cooperazione allo sviluppo.

1. La Giunta regionale convoca, con cadenza biennale, una conferenza sulla cooperazione allo sviluppo quale occasione di incontro e confronto di esperienze tra i soggetti presenti nel territorio regionale che operano nel campo della cooperazione e della solidarietà internazionale, nonché di verifica delle iniziative intraprese in attuazione della presente legge.

2. Nell’ambito della conferenza, la Giunta regionale promuove una manifestazione finalizzata alla presentazione di progetti, iniziative ed attività collegate alla cooperazione allo sviluppo.

In attuazione della presente normativa si sono svolte quattro conferenze regionali:

I premi annuali "Veneto per la pace e la solidarietà tra i popoli" sono stati assegnati ai seguenti vincitori:

  • Signora Irma Dall’Armellina, importante esempio a 93 anni di rispetto della persona e di dedizione con la sua scelta di partire per il Kenya, presso un orfanotrofio fondato da un missionario vicentino, per donare il suo aiuto a bambini che fino ad allora aveva sostenuto con l’adozione adistanza. E' considerata un esempio di solidarietà umana che non conosce limiti di età e di confinie come testimonianza per le giovani generazioni affinché agiscano nel loro quotidiano come promotori edifensori dei diritti umani (2018);
  • Signor Fabio Franceschi, Presidente di Grafica Veneta spa, per aver creato un ponte tra profit e non profit (2013);
  • Associazione Cooperativa Scolastica "La goccia" istituita presso la scuola "Madre Tesera di Calcutta" di Baricetta (fraz. di Adria) che tramite la coltivazione di un orto scolastico e la vendita dei relativi prodotti, sostiene interventi per favorire l'accesso all'acqua potabile in alcuni villaggi in Africa. L'iniziativa dà attuazione ai principi di partecipazione e protagonismo dei minori e promuove la crescita di una cultura fondata sulla solidarietà (2012);
  • Professoressa Ornella Milanesi, medico pediatra e cardiologo, per il suo impegno a favore del Servizio di Cardiologia Pediatrica dell'ospedale di Orotta (Asmara) in Eritrea (2011);
  • CIMIC Group (Civil Military Cooperation), unità operativa impegnata nella cooperazione civile e militare nelle aree di crisi, in Afghanistan, Iraq, Libano e Kosovo (2009);
  • Dott.ssa Chiara Castellani, in considerazione delle importanti esperienze di cooperazione realizzate in Nicaragua eRepubblica Democratica del Congo (2008);
  • Monsignor Pascal N'Koué, Vescovo di Natitingou in Benin (2007);
  • Dott.ssa Barbara Contini, in considerazione dell'intensa attività umanitaria da lei svolta nei Balcani, in Iraq e in Darfur (2006);
  • CUAMM - Medici con l'Africa, organizzazione non governativa con sede a Padova (2005);
  • Matteo Vanzan, giovane lagunare caduto a Nassirya, in Iraq (Premio speciale 2004/2005).

 

 

 

 

 

 

Aggiornato il

12/6/2018

regione del veneto
pace diritti umani