A A+ A++

Legge Regionale n. 21/2018

Interventi regionali per la promozione e la diffusione dei diritti umani nonché la cooperazione allo sviluppo sostenibile

 La Legge regionale 21 giugno 2018, n. 21 è oggi lo strumento normativo per l'attuazione delle politiche regionali in materia, con il coinvolgimento attivo di organismi internazionali, enti di governo locale, università, organizzazioni della società civile, altri organismi pubblici e privati operanti in Veneto.

L'articolo 1 dispone:

"La Regione del Veneto riconosce la pace e lo sviluppo quali diritti fondamentali della persona e dei popoli ed opera all’interno del territorio regionale per garantire e rendere effettivi i diritti umani, le libertà fondamentali dell’uomo, la cultura di pace e la cooperazione allo sviluppo, in coerenza con i principi della Costituzione italiana, del diritto europeo e di quello internazionale".

Per le finalità di cui all'art. 1 la Regione promuove e sostiene all’interno del territorio regionale (art. 2):

a) le iniziative culturali, di informazione, di sensibilizzazione, di ricerca, di formazione e educazione in materia di diritti umani, di libertà fondamentali dell’uomo e di cooperazione allo sviluppo sostenibile, anche in ambito scolastico;

b) la raccolta, sistematizzazione e diffusione di studi, ricerche, pubblicazioni, audiovisivi e documenti prodotti in sede regionale, nazionale e internazionale, anche in collegamento con altre banche dati, riguardanti i settori della promozione e protezione dei diritti umani e della cooperazione allo sviluppo sostenibile;

c) la banca dati degli organismi operanti in Veneto in materia di diritti umani e della cooperazione allo sviluppo sostenibile;

d) la partecipazione [...] a progetti in materia di cooperazione allo sviluppo, negli ambiti di applicazione della cooperazione pubblica allo sviluppo [...] ivi inclusa la partecipazione ai programmi di cooperazione dell’Unione europea.

La L.R. n. 21/2018 istituisce il Tavolo regionale sui diritti umani e la cooperazione allo sviluppo sostenibile (art. 5).

La Direzione relazioni internazionali, comunicazione e Sistar è la struttura amministrativa di riferimento per l'attuazione della L.R. n. 21/2018.

 

Aggiornato il

27/8/2018

regione del veneto
pace diritti umani