A A+ A++

Osservatori regionali

La Regione del Veneto ha messo in opera un forte investimento culturale, tecnico e politico, promuovendo l’istituzione di “osservatori” quali luoghi di documentazione, di ricerca, di raccolta ed analisi dei dati dei fenomeni osservati e allo stesso tempo quali strumenti di servizio funzionali all'elaborazione di modelli programmatori e valutativi, in ambito di policy making.

Di interesse per l’elaborazione di politiche riguardanti anche il campo dei diritti umani sono l'Osservatorio regionale politiche sociali e sociosanitarie, e l’Osservatorio regionale sull’immigrazione.

 

Osservatorio regionale politiche sociali e sociosanitarie

Ha la funzione di attivare un sistema di conoscenze, monitoraggio e valutazione degli interventi e delle azioni che fanno riferimento alle politiche regionali dei servizi sociali e sociosanitari, a sostegno dei processi decisionali e di programmazione, nonché di sviluppare un sistema informativo sociale regionale capace di garantire uno stretto raccordo con i sistemi informativi locali.

Tra le tematiche di studio e di ricerca dell'Osservatorio rientrano le aree relative a minori, giovani e servizio civile, famiglia, volontariato e terzo settore, non autosufficienza, dipendenze da sostanze d'abuso e inclusione sociale, oltre alle azioni relative all'accesso nelle strutture residenziali, alle prestazioni domiciliari o al raccordo Ospedale-Territorio.

Osservatorio regionale immigrazione

Fa riferimento all’unità di progetto «flussi migratori» (Assessorato alle politiche dei flussi migratori) ed è gestito da Veneto Lavoro.

Previsto dal Piano Triennale 2007-2009 di iniziative ed interventi nel settore dell'immigrazione in attuazione della Legge Regionale 30 gennaio 1990, n. 9 "Interventi nel settore dell'immigrazione", l’Osservatorio Immigrazione intende:

  • qualificarsi quale strumento tecnico-scientifico per il costante monitoraggio, l’analisi, la diffusione di dati e di informazioni in materia di flussi migratori e di integrazione;
  • assicurare il raccordo scientifico e gestionale con gli altri Osservatori regionali interessati sotto diversi profili al fenomeno immigratorio;
  • garantire il funzionamento e l’alimentazione costante delle banche dati, il monitoraggio delle dinamiche immigratorie, l’approfondimento di aspetti tematici quali le dinamiche demografiche e occupazionali, la condizione abitativa, l’inserimento socio-scolastico dei minori, l’istruzione e la formazione.
  • assicurare una ricognizione aggiornata dell’articolata normativa specialistica, proponendo percorsi per facilitarne la conoscenza e la corretta applicazione.

Aggiornato il

11/11/2015

regione del veneto
pace diritti umani