A A+ A++

Foto in bianco e nero di Eleanor Roosevelt con in mano un poster con il testo della Dichiarazione universale dei diritti umani. Eleanor Roosvelt presiedette la Commissione dei diritti umani delle Nazioni Unite, istituita nel 1946 per redigere il testo della Dichiarazione Universale, adottata a Parigi il 10 dicembre 1948
© UN Photo

Il dialogo sui diritti umani tra Unione Europea e Cina

Il dialogo sui diritti umani tra Unione Europea e Cina è stato avviato nel 1995 come dialogo costruttivo e non conflittuale per favorire il rispetto e la promozione dei diritti umani in Cina. L’obiettivo dichiarato dall’Unione Europea è di spingere il governo cinese a compiere sforzi per rispettare i propri obblighi internazionali in materia di diritti umani.

Temi del dialogo

Il dialogo sui diritti umani copre tematiche salienti della situazione cinese, tra cui:

  • Pena di morte
  • Rieducazione tramite il lavoro, pratica abolita nel 2014
  • Libertà civili
  • Situazione delle minoranze
  • Tortura

La tortura è uno dei maggiori temi affrontati trattandosi anche di una delle questioni principali dell’azione esterna dell’UE in materia di diritti umani secondo lo European external action service (EEAS).

Progetti attuali
La Commissione europea sta attualmente implementando un’iniziativa sulla governance per lo sviluppo equo insieme allo UN Development Programme (UNDP), un progetto volto a promuovere lo stato di diritto e la partecipazione della società civile ai processi decisionali in Cina.

Aggiornato il

18/7/2016

regione del veneto
pace diritti umani