A A+ A++

Foto in controluce di un giovane dalla figura esile che tiene sulle spalle un bastone, in un campo di Bahr El Ghazal, Sudan.
© UN Photo/Eskinder Debebe

Le procedure speciali della Commissione sui diritti dell'uomo e dei popoli

La Carta stabilisce la possibilità per la Commissione di creare procedure speciali, come relatori speciali, comitati e gruppi di lavoro.
Ogni procedura speciale può indagare sulle violazioni dei diritti umani, svolge attività di ricerca rispetto a questioni rilevanti in tema di diritti umani per quanto concerne il suo mandato e intraprende attività di promozione attraverso visite in loco.
Tali procedure sono tenute a presentare il rapporto sulle loro attività nel corso delle sessioni ordinarie della Commissione.
A febbraio 2015 i meccanismi sussidiari istituiti ricomprendono: 5 relatori speciali, 3 comitati e 7 gruppi di lavoro.
Di seguito l’elenco delle procedure speciali:

Relatori speciali
- Carcere e le condizioni detentive (1996)
- Diritti delle donne in Africa (1999)
- Rifugiati, richiedenti asilo e sfollati (2004)
- Libertà di espressione e accesso alle informazioni in Africa (2004)
- Difensori dei diritti umani (2004)

Comitati
- Prevenzione della tortura in Africa (2004)
- Questioni relative al bilancio e al personale (2009)
- Protezione dei diritti delle persone positive all’HIV e di quelle a rischio, vulnerabili e affette dall’HIV (2010)

Gruppi di lavoro
- Popolazioni e comunità indigene in Africa (2000)
- Questioni specifiche legate al lavoro della Commissione dei diritti umani e dei popoli (2004)
- Diritti economici, sociali e culturali in Africa (2004)
- Pena di morte, esecuzioni extra-giudiziarie, sommarie ed arbitrarie in Africa (2005)
- Diritti delle persone anziane e delle persone con disabilità (2007)
- Industria estrattiva, condizioni ambientali e violazioni dei diritti umani (2009)
- Sistema delle comunicazioni (2011)

Aggiornato il

26/3/2015

regione del veneto
pace diritti umani