A A+ A++

Logo del Premio Sakharov 2009 per la libertà di pensiero.
© Parlamento europeo

Premio Sacharov - tutti i vincitori dal 1988

Di seguito vengono riportati i vincitori delle varie edizioni del Premio Sacharov per la libertà di pensiero, assegnato dal Parlamento europeo a partire dal 1988.

Edizione 2016
Nadia Murad e Lamiya Bashar (Iraq)

Edizione 2015
Raif Badawi (Arabia Saudita)

Edizione 2014
Denis Mukwege (Repubblica Democratica del Congo)

Edizione 2013
Malala Yousafzai, attivista per l'istruzione femminile (Pakistan) 

Edizione 2012
Nasrin Sotoudeh, Jafar Panahi (Iran)

Edizione 2011
Asmaa Mahfouz (Egitto), Ahmed El-Senussi (Libia), Razan Zaitouneh (Siria), Ali Ferzat (Siria), Mohamed Bouazizi (Tunisia)

Edizione 2010
Guillermo Farina (Cuba)

Edizione 2009
Associazione Memorial (Russia)

Edizione 2008
Hu Jia (Cina)

Edizione 2007
Salih Mahmoud Osman (Sudan)

Edizione 2006
Alaksandar Milinkievič (Bielorussia)

Edizione 2005
Damas de Blanco (Cuba), Reporter Senza Frontiere e Huawa Ibrahim (Nigeria)

Edizione 2004
Associazione dei giornalisti bielorussi

Edizione 2003
Organizzazione delle Nazioni Unite

Edizione 2002
Oswaldo Payá (Cuba)

Edizione 2001
Nurit Peled (Israele), Izzat Ghazzawi (Palestina), Dom Zacarias Kamwenho (Angola)

Edizione 2000
Associazione ¡Basta Ya! (Spagna)

Edizione 1999
Xanana Gusmão (Timor Est)

Edizione 1998
Ibrahim Rugova (Kosovo)

Edizione 1997
Salima Ghezali (Algeria)

Edizione 1996
Wei Jingsheng (Cina)

Edizione 1995
Leyla Zana (Turchia)

Edizione 1994
Taslima Nasrin (Bangladesh)

Edizione 1993
Oslobođenje (Bosnia ed Erzegovina)

Edizione 1992
Madri di Plaza de Mayo (Argentina)

Edizione 1991
Adem Demaçi (Kosovo)

Edizione 1990
Aung San Suu Kyi (Birmania)

Edizione 1989
Alexander Dubček (Cecoslovacchia)

Edizione 1988
Nelson Mandela (Sudafrica) e Anatolij Marčenko (Ucraina, postumo)

regione del veneto
pace diritti umani