A A+ A++

Foto di Skender Avdulahi, progetto " Rom - i percorsi d'integrazione riusciti" all'interno della campagna "Dosta!" del Consiglio d'Europa, 2013
© Consiglio d'Europa/Sandro Weltin

Proposte di legge a protezione della minoranza Rom e Sinti

Attualmente sono due i progetti di legge rilevanti sul tema del riconoscimento della minoranza Rom e Sinti:

1. Proposta di legge: Norme per la tutela e le pari opportunità della minoranza dei Rom e dei Sinti

Iniziativa parlamentare n. 770 di Francesco PALERMO (Aut (SVP, UV, PATT, UPT)- PSI) e altri
Tale disegno di legge è stato presentato al Senato il 4 giugno 2013 ed il suo esame è ancora in corso.

Il presente disegno di legge ha una duplice finalità: in primo luogo, mira ad assicurare riconoscimento e tutela della minoranza linguistica dei Rom e dei Sinti e dei suoi diritti culturali e linguistici, in conformità con l'articolo 6 della Costituzione italiana, che prevede che la Repubblica tuteli con apposite norme le minoranze linguistiche, e con i vigenti obblighi internazionali e comunitari dell'Italia. In secondo luogo, prevede azioni positive volte ad assicurare ad ogni appartenente alla minoranza pari opportunità, al fine di rimuovere quegli ostacoli che, di fatto, impediscono l'eguaglianza e la partecipazione alla vita sociale, economica e politica del Paese, ai sensi dell'articolo 3 della Costituzione.

2. Proposta di legge d’iniziativa popolare: Norme per la tutela e le pari opportunità della minoranza storico-linguistica dei Rom e dei Sinti

La proposta di legge popolare è promossa dalla Federazione Rom e Sinti Insieme assieme con: Roma Onlus, Romni onlus, FutuRom, Amalipé Romanò, Forum Campania Rom, Cittadinanza e minoranze, Antica sartoria rom, Theatre Rom, Museo del viaggio “Fabrizio De André” Isernia, Rom per il futuro, Gruppo di azione Rom Piemonte, Associazione Lumine.
La Raccolta delle firme necessarie per avanzare la proposta al Parlamento è iniziata a novembre 2014.

Il disegno di legge, tra le altre cose, prevede: la specifica tutela del patrimonio linguistico-culturale della minoranze rom e sinta, con istituti analoghi a quelli previsti dalla legge n. 482/1999; l’incentivo e la tutela delle associazioni composte da Rom e Sinti; il diritto di vivere nella condizione liberamente scelta di sedentarietà o di itineranza, il diritto di abitare in alloggi secondo una pluralità di scelte; norme che sanzionino le discriminazioni fondate sull'appartenenza a una minoranza linguistica; diritti specifici a protezione delle donne, dei bambini e della famiglia.

Aggiornato il

12/5/2015

regione del veneto
pace diritti umani