A A+ A++

Corso di aggiornamento sulle istituzioni nazionali, regionali e internazionali per i diritti umani (febbario-maggio 1994)

L’azione formativa realizzata dal Centro Diritti Umani dell’Università di Padova è stata costruita sulla base di quanto raccomandato in materia di istituzioni nazionali e internazionali per la promozione e la protezione dei diritti umani dall’Assemblea generale e dalla Commissione dei diritti dell’uomo delle Nazioni Unite, dalla Conferenza mondiale delle Nazioni Unite sui diritti umani (Vienna, 14-25 giugno 1993), nonché dai partecipanti al 1° e al 2° incontro internazionale sulle istituzioni nazionali per la promozione e la protezione dei diritti umani, organizzati, sotto gli auspici del Centro per i diritti umani dell’Onu, rispettivamente a Parigi dal 7 al 9 ottobre 1991 e a Tunisi dal 13 al 17 dicembre 1993.
Il Corso è servito a mettere a fuoco il ruolo e le funzioni delle seguenti istituzioni per i diritti umani: a) Tribunale internazionale per i crimini di guerra e contro l’umanità commessi nella ex Jugoslavia; b) Comitati per i diritti umani istituiti in virtù delle Convenzioni internazionali sui diritti civili e politici, sui diritti economici, sociali e culturali, per la prevenzione della tortura, contro la discriminazione razziale, contro la discriminazione nei confronti delle donne, per i diritti dei bambini; c) Organizzazioni nongovernative, con particolare attenzione a quelle impegnate nella promozione dei diritti dei popoli indigeni e nella pacificazione dei conflitti nella ex Jugoslavia d) Parlamento europeo: Commissione giuridica e dei diritti del cittadino, Commissione per le petizioni, Commissione per i diritti della donna, Commissione istituzionale, Commissione per lo sviluppo, Sottocommissione per i diritti umani; e) Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo, UNDP; f) Alpe Adria; g) Commissioni nazionali.
Gli scopi principali di questa azione formativa sono quelli di studiare e approfondire la conoscenza del mandato, dei metodi di lavoro, delle attività e dei processi decisionali delle istituzioni nazionali e internazionali per i diritti umani; mettere a fuoco il legame esistente tra le istuzioni governative e quelle nongovernative; verificare le ricadute che le azioni delle istituzioni nazionali e internazionali provocano sui comportamenti degli stati per quanto concerne il rispetto dei diritti umani internazionalmente riconosciuti.
Per il suo carattere specialistico, il Corso si è rivolto, in particolare, agli allievi della Scuola post-universitaria di specializzazione in Istituzioni e tecniche di tutela dei diritti umani.
I seminari si sono svolti nella sede del Centro Diritti Umani dell’Università di Padova, via Vescovado, 66. La durata dell’azione formativa è stata di 60 ore.

Programma
Il Tribunale internazionale sui crimini di guerra e contro l’umanità commessi nella ex Jugoslavia

Giulia Butturini
, Specialista in Istituzioni e tecniche di tutela dei diritti umani presso l’Università di Padova.
Lorenza Cescatti
, Specialista in Istituzioni e tecniche di tutela dei diritti umani presso l’Università di Padova.

Per una politica dei diritti umani in Haiti
Christian Bonaparte
, Ambasciatore di Haiti in Italia

I diritti dei popoli indigeni: il caso degli aborigeni australiani
Errol Binder,
Giornalista di Radio Aborigena di Perth

I rapporti periodici degli stati ai comitati per i diritti umani delle Nazioni Unite
Paolo De Stefani,
Specialista in Istituzioni e tecniche di tutela dei diritti umani presso l’Università di Padova.

La prassi delle comunicazioni individuali al Comitato dei diritti umani delle Nazioni Unite
Paolo De Stefani,
predetto.

La proposta del Parlamento europeo per la creazione di un Tribunale internazionale permanente
Giulia Butturini
, Specialista in Istituzioni e tecniche di tutela dei diritti umani presso l’Università di Padova.

Popoli, minoranze, territori transnazionali: il ruolo dell’organizzazione internazionale intergovernativa e nongovernativa
Annamaria Alborghetti,
Specialista in Istituzioni e tecniche di tutela dei diritti umani presso l’Università di Padova.

Sviluppo economico e giustizia sociale: la Dichiarazione sul diritto allo sviluppo del 1986
Gianfranco Tusset,
Specialista in Istituzioni e tecniche di tutela dei diritti umani presso l’Università di Padova.

Promozione dei diritti umani e soluzione nonviolenta dei conflitti nella ex Jugoslavia: il ruolo delle istituzioni indipendenti di società civile
Domenico Canciani,
Docente di Lingue, etnie e diritti umani nella Scuola di specializzazione in Istituzioni e tecniche di tutela dei diritti umani dell’Università di Padova
Adem Demaci
, Presidente del Comitato per i diritti umani di Pristina
Engj Sedaj
, Professore di Storia nell’Università di Pristina
Vendran Matìc
, Direttore di Radio Belgrado 92
Boban Nakarada
, Presidente della Fondazione Soros, Belgrado

Sviluppo economico e giustizia sociale: i Rapporti mondiali sullo sviluppo umano dello UNDP
Gianfranco Tusset,
Specialista in Istituzioni e tecniche di tutela dei diritti umani presso l’Università di Padova.

mercoledì 13 aprile, ore 15.30
La diplomazia dei popoli per la soluzione pacifica del conflitto in Bosnia Erzegovina: le iniziative dell’Associazione “Beati i costruttori di pace”

Angelo Cavagna,
Beati i Costruttori di Pace, Bologna

Diritti umani, Alpe Adria e regioni nella costruzione europea
Diego Vecchiato
, Specialista in Istituzioni e tecniche di tutela dei diritti umani presso l’Università di Padova.

Le ragioni di babele. Le etnie tra vecchi nazionalismi e nuove identità
Domenico Canciani
, Docente di Lingue, etnie e diritti umani nella Scuola di specializzazione in Istituzioni e tecniche di tutela dei diritti umani dell’Università di Padova
Gualtiero Harrison
, Docente diAntropologia deie diritti umani nella Scuola di specializzazione in Istituzioni e tecniche di tutela dei diritti umani dell’Università di Padova
Antonio Papisca
, Docente di Politica internazionale e comparata dei diritti umani nella Scuola di specializzazione in Istituzioni e tecniche di tutela dei diritti umani dell’Università di Padova
Sabino Samele Acquaviva
, Docente di Sociologia nella Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Padova

La Dichiarazione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite sull’eliminazione di tutte le forme di intolleranza e di discriminazione fondate sulla religione o il credo
Teresa Ravazzolo
, Specialista in Istituzioni e tecniche di tutela dei diritti umani

Lotta alla criminalità per la legalità e la nonviolenza. L’esperienza dell’Osservatorio pugliese
Leandro Limoccia
, Direttore dell’Osservatorio pugliese contro la criminalità per la legalità e la nonviolenza, Bari

Partecipanti
Beltrame Giuseppe, Benatelli Nicoletta, Borgonovi Gianluca, Brian Antonella, Cibin Patrizia, Cima Emanuela, Cremonese Luisa, Degani Paola, Falcone Silvio, Fidone Maria Giovanna, Gaspari Alessandra, Gherlenda Carlo, Gonnella Patrizio, Greco Anna Laura, Lorezoni Giovanna, Maiga Adamou Zakariau, Merlo Paolo, Milani Annalisa, Mustafa Jasim, Ottolini Paola, Picotti Stefano, Puddu Maria Adelaide, Schiavon Franco, Stinà Antonio, Tassinari Guido, Tognazzo Mauro.