A A+ A++

Legge di Dio e leggi degli uomini nelle tre grandi religioni monoteiste - 2007

Padova, 14-30 maggio 2007

Si parla sempre più spesso di società post-secolare. Questa formula sintetica, su cui hanno riflettuto, fra gli altri, Peter Berger e Jürgen Habermas, racchiude in sé una varietà di processi in corso in molte società contemporanee: il ritorno sulla scena pubblica delle religioni, la pretesa avanzata da movimenti e gruppi politici di rifondare la legittimità del potere politico invocando il primato della Legge religiosa, i conflitti di valore che, a partire da questioni etiche, sembra restituire alle istituzioni religiose un ruolo attivo nella definizione delle leggi di uno Stato.
Le religioni, ed in particolare, le tre grandi religioni mondiali del ceppo abramitico sono coinvolte nei conflitti e sono usate, a volte, come archivi di simboli furiosamente rovistati da chi intende trasformare la fede in politiche d’identità.
Tale esito mette in crisi l’assetto stesso della democrazia e tenta di ridurre il pluralismo dei punti di vista e delle fedi. Il contrasto fra l’assolutezza – ritenuta tale – della Legge di Dio e il metodo della mediazione culturale e politica, proprio delle società a pluralismo variabile, si è acuito negli ultimi venti anni: non solo nelle società a maggioranza musulmana, ma anche in società democratiche come gli Stati Uniti d’America o lo Stato d’Israele. In particolare ciò accade tutte le volte in cui entrano in campo, sulla scena pubblica e politica, movimenti radicali e fondamentalisti.
Quando ciò accade – quando la tensione fra la Legge di Dio e le leggi degli uomini viene portata sino alle estreme conseguenze della rottura del patto di convivenza sociale -, la moderna cultura dei diritti umani fondamentali viene messa in discussione e, spesso, violentemente compromessa e compressa.
A fronte di queste problematiche, la Cattedra delle Tre Religioni ripropone per il terzo anno consecutivo l’iniziativa di un ciclo di seminari e conferenze pubbliche sul tema Legge di Dio e leggi degli uomini.
Abbiamo scelto, come per il passato, un tema che possa fungere da filo conduttore: la tensione fra Legge di Dio e leggi degli uomini. Ad animare i seminari sono chiamati studiosi di matrice culturale, ebraica, cristiana e musulmana, con differenti competenze disciplinari (diritto, scienza politica, sociologia, filosofia e antropologia).

Il ciclo di lezioni è coordinato dal prof. Enzo Pace e viene svolto nell’ambito del Corso di Sociologia dei diritti umani della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Padova.

L’Unione Europea per il dialogo interculturale e interreligioso
Léonce Bekemans, Jean Monnet Professor, European Interdisciplinary Studies, Polonia University in Czestochowa, Poland

La tutela del diritto all’istruzione, un progetto di cooperazione fra israeliani e palestinesi
Dalia Landau, Open House (Issale)

Islam e diritti umani: le questioni aperte alla luce della Carta Araba e della Dichiarazione del Cairo
Zaid Eyadat, The University of Jordan Amer Sabalieh, The University of Jordan

Islam e diritti umani: libertà religiosa e pari opportunità fra donna e uomo
Zaid Eyadat, The University of Jordan Amer Sabalieh, The University of Jordan

Islam e diritti umani: libertà religiosa e tutela delle minoranze.
Zaid Eyadat, The University of Jordan

regione del veneto
pace diritti umani