A A+ A++

Presentazione

L’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO) ha lanciato nel 1992, in conformità con una specifica Risoluzione adottata dalla Conferenza Generale alla sua 26° sessione (1991), il programma UNITWIN (University Twinning and Networking Scheme/Système de jumelage et de mise en réseaux des universités/ Sistema di gemellaggi e di messa in rete delle università).

Questo programma dell’UNESCO è uno degli strumenti intesi a rafforzare le capacità per la messa in comune e il trasferimento delle conoscenze in uno spirito di solidarietà. Esso promuove la cooperazione nord-sud e sud-sud quale strategia d’arricchimento delle istituzioni. I partecipanti sono principalmente università e istituti di ricerca che agiscono in partenariato con numerose ONG, fondazioni e organizzazioni dei settori pubblico e privato impegnate nel campo dell’insegnamento superiore.

Il Programma UNITWIN/UNESCO Chairs comprende attività di formazione, ricerca e scambi universitari e funziona quale quadro per una condivisione dell’informazione in tutti i grandi campi di competenza dell’UNESCO.

Presso l’Università di Padova la Cattedra UNESCO “Diritti umani, democrazia e pace” è stata istituita nel 1999 con apposita Convenzione firmata dal Direttore Generale dell’UNESCO e dal Rettore dell’Università di Padova. In Italia si occupano in maniera specifica di diritti umani anche la Cattedra "Diritti dell'uomo ed etica della cooperazione internazionale" istituita nel 2003 presso l'Università degli Studi di Bergamo (titolare: Stefania Gandolfi) e la Cattedra "Bioetica e diritti umani" istituita nel 2009 presso l'Ateneo pontificio "Regina Apostolorum", Università Europea di Roma (titolare: Alberto Garcìa).

La Cattedra UNESCO di Padova svolge le proprie attività educative e di ricerca in collegamento organico con il Centro di Ateneo per i Diritti Umani dell’Università di Padova.

Aggiornato il

8/1/2015

regione del veneto
pace diritti umani