A A+ A++

L'Italia si adegua alla Convenzione europea dei diritti dell'uomo nel caso Dorigo (2007)

La Cassazione decide dare diretta esecuzione ad un sentenza della Corte europea dei diritti umani, e il Consiglio d'Europa si congratula

Autore: Paolo De Stefani

Il Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa ha pubblicato il 25 giugno 2007 una risoluzione riguardo al caso di Paolo Dorigo, che è stato condannato in Italia ad una lunga pena detentiva in seguito ad un processo giudicato non equo secondo la Convenzione. Il Comitato dei Ministri ha deplorato il ritardo dell'Italia nell'adottare le misure volte ad eliminare le conseguenze della violazione. Il Comitato ha nondimeno apprezzato la sentenza resa il primo dicembre 2006 dalla Corte di Cassazione italiana che ha dichiarato illegale la detenzione del ricorrente ed ha ordinato la sua liberazione definitiva, invocando l'effetto diretto della Convenzione nel diritto italiano.

Il Comitato ha considerato che spetta ormai alle autorità italiane competenti trarre tutte le conseguenze della sentenza della Corte di cassazione e delle esigenze della Convenzione, e le ha invitate urgentemente a condurre a termine, il più rapidamente possibile, i lavori legislativi per introdurre nel diritto italiano la possibilità di riapertura delle procedure che hanno violato la Convenzione.

Risorse

Aggiornato il

21/9/2009

regione del veneto
pace diritti umani