A A+ A++

Rappresentanza della società civile partecipa ad un Panel sugli Obiettivi di sviluppo del millennio, Nazioni Unite, New York 2008
© UN Photo/Jenny Rockett

ONG internazionali per i diritti umani nei paesi dell’ASEAN Plus Three

Questa scheda descrive le attività di alcune delle principali ONG internazionali per i diritti umani provenienti dai paesi dell’ASEAN Plus Three (APT). L’elenco non è esaustivo, data la quantità di organizzazioni presenti nei vari paesi dell’APT, ma mira a descrivere le attività di alcune di queste coprendo varie aree d’interesse nell’ambito dei diritti umani: diritti delle donne, dei minori, dei migranti, lotta al razzismo, giustizia sociale e costruzione della pace.

Autore: Riccardo Nanni, studente MA Human Rights and Multilevel Governance, Università di Padova

Questa scheda descrive le attività di alcune delle principali ONG internazionali per i diritti umani provenienti dai paesi dell’ASEAN Plus Three (APT). L’elenco non è esaustivo, data la quantità di organizzazioni presenti nei vari paesi dell’APT, ma mira a descrivere le attività di alcune di queste coprendo varie aree d’interesse nell’ambito dei diritti umani: diritti delle donne, dei minori, dei migranti, lotta al razzismo, giustizia sociale e costruzione della pace.

Ognuna delle ONG internazionali elencate ha status consultivo presso il Consiglio economico sociale delle Nazioni Unite (ECOSOC). Lo status consultivo può essere generale, speciale o roster. Le organizzazioni con status consultivo generale sono organizzazioni spesso di dimensioni maggiori che intervengono in più ambiti di interesse del Consiglio diritti umani delle Nazioni Unite, mentre le organizzazioni con status consultivo speciale intervengono in specifici campi d’azione del Consiglio. Infine, le organizzazioni con status consultivo roster offrono esclusivamente contributi sporadici.

Human rights now
Human rights now (HRN) è una ONG giapponese con sede a Tokyo fondata nel 2006 e con status consultivo speciale presso le Nazioni Unite dal 2012. L’organizzazione è nata su iniziativa di professionisti con expertise nell’ambito dei diritti umani, quali giornalisti, accademici e avvocati.

HRN ha l’obiettivo di promuovere il rispetto dei diritti umani a livello globale e in particolar modo in Asia contribuendo allo sviluppo degli standard internazionali e all’integrazione di questi nella legislazione nazionale, con un focus particolare sulla legislazione nazionale giapponese.

Tra gli ambiti di interesse di HRN compaiono i diritti delle donne e delle ragazze, i diritti dei minori, la difesa dei diritti umani nei conflitti armati, le violazioni commesse da attori economici come le aziende e la protezione dei difensori dei diritti umani.

Il sito internet di HRN è visitabile al seguente link: http://hrn.or.jp/eng/

Global alliance against traffic in women
La Global alliance against traffic in women (GAATW) è un network globale di organizzazioni nato in Thailandia nel 1994. Il network nasce con l’intento di affrontare la tratta di donne adottando la prospettiva dei diritti umani e concettualizzando il fenomeno come una causa e una conseguenza di ulteriori violazioni dei diritti umani.

Tra la fine degli anni ‘90 e i primi anni 2000, la GAATW ha contribuito a elaborare definizioni e concetti di traffico e tratta di donne che sono poi stati adottati nel Protocollo delle Nazioni Unite sulla prevenzione, soppressione e punizione del traffico di esseri umani, soprattutto donne e bambini.

Dal 2006 il network gode di status consultivo speciale presso le Nazioni Unite.

I paesi dell’APT contano varie organizzazioni all’interno della GAATW: tre organizzazioni cambogiane, sei indonesiane, tre tailandesi, un’organizzazione filippina e una singaporiana.

Il sito internet della GAATW è visitabile al seguente link: http://gaatw.org/

Asian-Pacific resource and research centre for women
L’Asian-Pacific resource and research centre for women (ARROW) nacque nel 1993 a Kuala Lumpur, Malesia, e svolge attività di advocacy per i diritti sessuali e riproduttivi delle donne. Le sue attività principali, oltre alla pressione politica, riguardano la diffusione di informazioni.

Tra i temi affrontati da ARROW compaiono la salute materna, la prevenzione dell’HIV, la contraccezione, la lotta ai cancri riproduttivi e il sostegno all’aborto sicuro.

ARROW lavora soprattutto nella zona pacifica del continente asiatico, ma ha contatti con stakeholders in circa 120 paesi. L’organizzazione ha status consultivo speciale presso le Nazioni Unite dal 2000.

Il sito internet di ARROW è visitabile al seguente link: http://arrow.org.my/

United help for international children
United help for international children (UHIC) è un’organizzazione sudcoreana fondata nel 2004 che si occupa di diritti dei minori a livello internazionale.

L’organizzazione svolge lavoro sul campo per l’assistenza ai minori. All’interno dei paesi dell’APT, si possono evidenziare l’apertura di un centro per l’infanzia nelle Filippine e di un centro nutrizionale infantile in Indonesia tra il 2009 e il 2010.

L’organizzazione ha status consultivo speciale presso le Nazioni Unite dal 2001.

Il sito internet di UHIC è visitabile al seguente link: http://uhicen.org/

Asian migrant centre
L’Asian migrant centre (AMC) è una ONG con base a Hong Kong fondata nel 1991 e con status consultivo speciale presso le Nazioni Unite dal 2002. Conduce ricerca sullo stato dei migranti in Asia e compie azioni di pressione politica per la realizzazione dei loro diritti, quali l’accesso al welfare e ad altri servizi essenziali.

Nel corso degli anni l’AMC ha contribuito alla fondazione di varie organizzazioni di lavoratori migranti a Hong Kong, quali la Federazione sindacale dei lavoratori domestici migranti.

L’organizzazione si occupa di migranti regolari e irregolari e anche dei membri delle loro famiglie, mirando a eliminare discriminazioni etniche, di genere e di altro tipo nell’accesso ai servizi e nel godimento dei diritti fondamentali.

Il sito internet di AMC è visitabile al seguente link: http://www.asianmigrantcentre.org/

Dignity International
Dignity International nacque nel 1999 nell’ambito del Forum globale per l’eliminazione della povertà del Consiglio d’Europa, entro al quale è esistita fino al 2002 come progetto. Dal 2003 è diventata invece una ONG indipendente registrata in Olanda, ma operante da Kuala Lumpur, Malesia.

Dignity International è composta da più organizzazioni provenienti dall’Asia ma anche dall’Europa e da altre aree. Il suo obiettivo è la lotta alla povertà tramite la pressione politica. Nel suo mandato l’organizzazione definisce la povertà come una questione non solo economica, ma più ampiamente di diritti umani.

Dal 2007 Dignity International ha status consultivo speciale presso le Nazioni Unite.

Il sito internet di Dignity International è visitabile al seguente link:
http://www.dignityinternational.org/

Peace Boat
Peace Boat è una organizzazione giapponese fondata nel 1983 da studenti universitari per protestare contro la censura applicata dal governo sulle passate aggressioni ai danni di paesi asiatici da parte del Giappone. Gli studenti che hanno lanciato l’iniziativa hanno registrato un’imbarcazione e intrapreso un viaggio per raccogliere testimonianze dirette sulle guerre giapponesi nei paesi colpiti.

L’attività principale dell’organizzazione è di carattere educativo e si svolge tramite viaggi e corsi di formazione che spesso coinvolgono studenti da paesi e regioni in situazioni di conflitto per promuovere la pace e la cultura di pace.

Nel 2002 Peace Boat ha ottenuto status consultivo speciale alle Nazioni Unite e negli anni ha partecipato a numerose conferenze internazionali, a partire dal Summit sulla terra di Rio De Janeiro del 1992.

Il sito internet di Peace Boat è visitabile al seguente link:
http://peaceboat.org/english/?menu=44

Aggiornato il

20/7/2016

regione del veneto
pace diritti umani