A A+ A++

Sommario

L’Italia e i diritti umani nel 2018: dopo l’immobilismo l’omissione?

Agenda italiana dei diritti umani 2019

Struttura dell’Annuario 2019

Approfondimento. Il sistema italiano di protezione delle vittime di tratta e il Piano nazionale antitratta 2016-18

1.Il quadro normativo

2. Il sistema italiano antitratta

3. Il Piano Nazionale Antitratta 2016-2018

4. I bandi unici per il finanziamento dei progetti

5. Alcuni dati sulla tratta di persone in Italia

6. Il monitoraggio sui progetti e il ruolo del Numero Verde Nazionale Antitratta

7. La governance del sistema antitratta

8. Aggiornamento e valutazione partecipata del Piano Nazione Antitratta. Il problema della prostituzione

 

PARTE I - IL RECEPIMENTO DELLE NORME INTERNAZIONALI SUI DIRITTI UMANI IN ITALIA

1. La normativa internazionale sui diritti umani

1.1. Strumenti giuridici delle Nazioni Unite

1.2. Strumenti giuridici in materia di disarmo e non proliferazione

1.3. Strumenti giuridici del Consiglio d’Europa

1.4. Normativa dell’Unione Europea

1.4.1. Trattati

1.4.2. Normativa dell’UE nel 2018

2. Normativa italiana

2.1. Costituzione della Repubblica Italiana

2.2. Legislazione nazionale

2.3. Statuti di Comuni, Province e Regioni

2.4. Leggi regionali

 

PARTE II - L’INFRASTRUTTURA DIRITTI UMANI IN ITALIA

1. Organismi nazionali con competenza in materia di diritti umani

1.1. Organismi parlamentari

1.1.1. Senato della Repubblica: Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani

1.1.2. Camera dei Deputati: Comitato permanente sui diritti umani nel mondo

1.1.3. Organi bicamerali: Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza

1.1.4. Atti parlamentari in materia di diritti umani

1.2. Presidenza del Consiglio dei Ministri

1.2.1. Dipartimento per le pari opportunità: UNAR e Osservatorio per il contrasto della pedofilia e della pornografia minorile

1.2.2. Commissione per le adozioni internazionali

1.2.3. Comitato nazionale per la bioetica

1.3. Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale

1.3.1. Comitato interministeriale per i diritti umani (CIDU)

1.3.2. Commissione nazionale italiana per l’UNESCO

1.4. Ministero del lavoro e delle politiche sociali

1.4.1. Osservatorio nazionale per l’infanzia e l’adolescenza

1.4.2. Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità

1.5. Ministero della giustizia

1.6. Autorità giudiziaria

1.7. Autorità indipendenti

1.7.1. Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (AGCOM)

1.7.2. Garante per la protezione dei dati personali 

1.7.3. Commissione di garanzia dell’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali

1.7.4. Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza

1.7.5. Garante nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale

1.8. Organizzazioni non-governative

1.9. Insegnamento e ricerca sui diritti umani nell’università italiana

2. Strutture per i diritti umani a livello sub-nazionale

2.1. Uffici pace diritti umani di Comuni, Province e Regioni

2.2. Difesa civica nelle Regioni e nelle Province italiane

2.3. Coordinamento della Conferenza nazionale dei Difensori civici

2.4. Conferenza nazionale per la garanzia dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

2.5. Coordinamento nazionale degli enti locali per la pace e i diritti umani

2.6. Archivi e altri progetti regionali per la promozione della cultura di pace e dei diritti umani

3. Regione del Veneto

3.1. Direzione relazioni internazionali, comunicazione e sistema statistico regionale

3.2. Comitato per i diritti umani e la cultura di pace

3.3. Comitato per la cooperazione allo sviluppo

3.4. Tavolo regionale sui diritti umani e la cooperazione allo sviluppo sostenibile

3.5. Fondazione Venezia per la ricerca sulla pace

3.6. Garante regionale dei diritti della persona

3.7. Commissione regionale per la realizzazione delle pari opportunità tra uomo e donna

3.8. Osservatorio regionale immigrazione

3.9. Archivio regionale «Pace Diritti Umani - Peace Human Rights»

 

PARTE III - L’ITALIA IN DIALOGO CON LE ISTITUZIONI INTERNAZIONALE PER I DIRITTI UMANI

1. Sistema delle Nazioni Unite

1.1. Assemblea generale

1.1.1. Risoluzioni sui diritti umani: comportamento di voto dell’Italia

1.2. Consiglio diritti umani

1.2.1. Comportamento dell’Italia al Consiglio diritti umani nel 2018

1.2.2. Esame periodico universale

1.2.3. Procedure speciali

1.3. Alto Commissario per i diritti umani (OHCHR)

1.4. Alto Commissariato per i rifugiati (UNHCR)

1.5. Organi convenzionali (creati in virtù di trattato internazionale)

1.5.1. Comitato dei diritti economici, sociali e culturali

1.5.2. Comitato diritti umani (civili e politici)

1.5.3. Comitato contro la tortura

1.5.4. Comitato per l’eliminazione della discriminazione razziale

1.5.5. Comitato per l’eliminazione della discriminazione nei confronti delle donne

1.5.6. Comitato dei diritti del bambino

1.5.7. Comitato sui diritti delle persone con disabilità

1.5.8. Comitato sulle sparizioni forzate

1.5.9. Comitato sui lavoratori migranti

1.6. Agenzie specializzate, Programmi e Fondi delle Nazioni Unite

1.6.1. Organizzazione internazionale del lavoro (OIL)

1.6.2. Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura (UNESCO)

1.6.3. Organizzazione per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO)

1.6.4. Organizzazione mondiale della sanità (OMS)

1.6.5. Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (UNDP)

1.6.6. Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (UN-Environment)

1.6.7. Programma delle Nazioni Unite per gli insediamenti umani (UN-HABITAT)

1.6.8. Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (UNICEF)

1.6.9. Organizzazione internazionale per le migrazioni (OIM)

2. Consiglio d’Europa

2.1. Assemblea parlamentare

2.2. Comitato dei Ministri

2.3. Corte europea dei diritti umani

2.4. Comitato per la prevenzione della tortura

2.5. Comitato europeo dei diritti sociali

2.6. Commissario per i diritti umani

2.7. Commissione europea contro il razzismo e l’intolleranza

2.8. Comitato consultivo della Convenzione-quadro per la protezione delle minoranze nazionali

2.9. Commissione europea per la democrazia attraverso il diritto

2.10. Gruppo di esperti sulla lotta contro la tratta di esseri umani

2.11. Gruppo di Stati contro la corruzione

2.12. Gruppo di esperti sull’azione contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica

2.13. Comitato di Lanzarote

3. Unione Europea

3.1. Parlamento europeo

3.2. Commissione europea

3.3. Consiglio dell’Unione Europea

3.4. Corte di giustizia dell’Unione Europea

3.5. Servizio europeo per l’azione esterna

3.6. Rappresentante Speciale per i diritti umani

3.7. Agenzia dei diritti fondamentali (FRA)

3.8. Mediatore europeo

3.9. Garante europeo della protezione dei dati

4. Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE)

4.1. Ufficio per le istituzioni democratiche e i diritti umani (ODIHR)

4.2. Alto Commissario sulle minoranze nazionali

4.3. Rappresentante sulla libertà dei media

4.4. Rappresentante speciale e coordinatore per la lotta alla tratta degli esseri umani

5. Diritto umanitario e penale

5.1. Adattamento al diritto internazionale umanitario e penale

5.2. Contributo italiano alle missioni di «peacekeeping» e altre missioni internazionali

 

IV – GIURISPRUDENZA NAZIONALE E INTERNAZIONALE

1. I diritti umani nella giurisprudenza italiana

1.1. Aspetti del rapporto tra giustizia italiana e giurisprudenza europea

1.1.1. Questione di costituzionalità e rinvio pregiudiziale alla CGUE: «doppia pregiudizialità»

1.1.2. Obbligo di conformarsi alle sentenze della CtEDU: l’art. 46 CEDU non impone la revocabilità delle sentenze definitive in materia civile e amministrativa

1.2. Dignità della persona, diritto all’identità

1.2.1. Diritto a conoscere le proprie origini

1.2.2. Suicidio assistito

1.2.3. Registrazione anagrafica del cognome dei componenti di una unione civile

1.2.4. Diritto alla salute e obbligo vaccinale

1.2.5. Trascrizione di atti stranieri e presunta contrarietà all’ordine pubblico: matrimonio e adozioni omosessuali

1.2.6. Coppie omosessuali e accesso alle procedure di maternità assistita: questione di costituzionalità dell’art. 5, l. 40/2004

1.3. Diritti associativi e politici; cittadinanza; libertà di stampa

1.3.1. Esclusione di una lista per richiamo all’ideologia fascista

1.3.2. Diritto dei membri delle forze armate di costituire sindacati

1.4. Asilo e protezione internazionale

1.4.1. Questioni di costituzionalità del d.l. 13/2017 rigettate dalla Corte di cassazione

1.4.2. Ricorsi contro dinieghi del riconoscimento della protezione internazionale

1.4.3. Protezione umanitaria

1.5. Discriminazione – questioni generali

1.5.1. Discriminazione basata sulla nazionalità o l’origine etnica

1.5.2. Provvigioni a favore delle vittime delle leggi razziali

1.6. Diritti delle persone con disabilità

1.6.1. Licenziamento

1.6.2. Congedo per assistere persone con disabilità e indennità di maternità

1.6.3. Capacità delle persone con disabilità di prestare giuramento ai fini dell’acquisizione della cittadinanza italiana

1.6.4. Inclusione in ambito scolastico.

1.7. Diritti sociali

1.7.1. Leggi con effetti retroattivi in materia pensionistica

1.7.2. Interventi sul sistema pensionistico: blocco della rivalutazione delle pensioni medio-alte

1.7.3. Assegno di natalità ai figli di cittadini stranieri

1.8. Immigrazione

1.8.1. Memorandum Italo-libico del 2017: sua natura di trattato internazionale

1.8.2. Ordinanze volte a escludere gli immigrati dal territorio comunale

1.8.3. Rilascio, diniego di rilascio o revoca del permesso di soggiorno

1.8.4. Accesso alla cittadinanza italiana: ampia discrezionalità dell’amministrazione nel concederla

1.8.5. Apolidia

1.8.6. Espulsioni, respingimenti

1.8.7. Diritti sociali dei cittadini immigrati

1.9. Diritto alla vita privata e famigliare. Diritto alla proprietà

1.9.1. Diritto di cronaca e «diritto all’oblio»

1.9.2. Raccolta di dati biometrici per controllare le presenze dei lavoratori in azienda

1.9.3. Privacy e accesso del lavoratore ai dati valutativi dell’azienda

1.9.4. Diffamazione via Facebook – obbligo di indagare anche di fronte alla non collaborazione del social network

1.9.5. Pubblicazione di dati sensibili nella bacheca della scuola

1.9.6. Norme che incidono retroattivamente sul regime delle cave

1.10. Diritti dei bambini

1.10.1. Reato di pedopornografia

1.10.2. Diritto all’indennità di paternità al padre adottivo libero professionista

1.10.2. Stato di abbandono e adozione

1.10.3. Ascolto giudiziale del minore nei procedimenti di affido e di sottrazione internazionale di minore

1.10.4. Affidamento congiunto o esclusivo dei figli di coppie separate. Condizioni dell’affido condiviso

1.10.5. Diritto a mantenere i rapporti nonno/nipote

1.10.6. Maltrattamenti in famiglia e abuso di mezzi di correzione

1.10.7. Minori stranieri e permesso di soggiorno per i genitori

1.10.8. Responsabilità in vigilando delle istituzioni per molestie occorse a un alunno

1.11. Giusto processo e legge Pinto

1.11.1. Compensazione tra le parti delle spese di giudizio

1.11.2. Norme di interpretazione autentica

1.11.3. Durata ragionevole del processo – questioni di costituzionalità

1.12. Questioni penali

1.12.1. Doppia sanzione per evasione fiscale: il problema del «doppio binario»

1.12.2. Obbligo di revoca della patente di guida in caso di condanna in materia di stupefacenti

1.12.3. Pena accessoria «fissa» per bancarotta fraudolenta

1.12.4. Tortura e trattamenti inumani

1.12.5. Ergastolo

1.12.6. La condizione dei detenuti in regime speciale (articolo 41-bis dell’ordinamento penitenziario)

1.12.7. Estradizione, mandato di arresto europeo

1.12.8. Aggravante di discriminazione razziale, etnica e religiosa

1.12.9. Misure di prevenzione personale

2. L’Italia nella giurisprudenza della Corte europea dei diritti umani

2.1. Diritto alla vita, divieto di tortura e trattamenti inumani e degradanti

2.2. Equo processo, diritto alla proprietà privata

2.3. Leggi retroattive con effetti su procedimenti in corso in materia di proprietà̀

2.4. Nulla poena sine lege: confisca urbanistica

2.5. Vita privata e famigliare

3. L’Italia nella giurisprudenza della Corte di giustizia dell’Unione Europea

3.1. Limitazioni all’impugnabilità delle decisioni in materia di protezione internazionale

3.2. Discriminazione tra lavoratori dello spettacolo fondata sul sesso

3.3. Sanzioni amministrative e sanzioni penali: divieto del ne bis in idem

 

Indice dei luoghi e delle parole notevoli

Indice delle principali fonti normative

Indice della giurisprudenza citata

Comitato di ricerca e redazione

 

Aggiornato il

3/10/2019