A A+ A++

10 Dicembre 2012: Incontro con la Commissione internazionale per l’abolizione della pena di morte

È ora di abolire la pena di morte: Giornata internazionale dei diritti umani nel 30° anniversario di istituzione del Centro Diritti Umani dell'Università di Padova

Il prossimo 10 dicembre nell’Aula Magna "Galileo Galilei" del Palazzo del Bo dell’Università di Padova si svolgerà la celebrazione della Giornata Internazionale dei Diritti Umani.

L'evento sarà caratterizzato dall’incontro con la "International Commission against Death Penalty" e dalla coincidenza con il 30° anniversario di fondazione del Centro sui diritti della persona e dei popoli dell'Università di Padova.

 

Programma

Aula Magna Galileo Galilei
Università degli Studi di Padova
Via VIII Febbraio

ore 10.30 - 12.30

E' ora di abolire la pena di morte
Incontro con la Commissione internazionale per l'abolizione della pena di morte

Indirizzi di saluto
Giuseppe Zaccaria, Magnifico Rettore dell’Università di Padova
Marco Mascia, Direttore del Centro Diritti Umani, Università di Padova
Flavio Zanonato, Sindaco di Padova
Paolo Giaretta, Senato della Repubblica, Membro dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa
Barbara Degani, Presidente della Provincia di Padova
Clodovaldo Ruffato, Presidente del Consiglio Regionale del Veneto

Relazioni

Federico Mayor, Presidente della Commissione Internazionale, già Direttore Generale dell’Unesco

Ruth Dreifuss, Membro della Commissione Internazionale, già Presidente della Confederazione Svizzera


 

 ore 15.30 - 17.30

Tavola rotonda con la società civile e il mondo accademico

La situazione attuale della pena di morte nel mondo: sfide e opportunità per la sua abolizione

Indirizzi di saluto
Giuseppe Zaccaria, Magnifico Rettore dell’Università di Padova
Claudio Piron, Assessore all’Educazione e alle politiche giovanili, Comune di Padova
Marialuisa Coppola, Assessore ai Diritti Umani della Regione del Veneto

Introduce e coordina

Antonio Papisca, Cattedra Unesco Diritti umani, democrazia e pace, Università di Padova

Intervengono

Federico Mayor, Presidente della Commissione, già Direttore Generale dell’Unesco

Giuliano Amato, Membro della Commissione

Ruth Dreifuss, Membro della Commissione, già Presidente della Confederazione Svizzera

Mario Marazziti, Comunità di S. Egidio, Roma

Elisabetta Zamparutti, Nessuno Tocchi Caino, Roma

Tina Marinari, Amnesty International, Roma

Luigi Foffani, Università di Modena e Reggio Emilia, Academics for Abolition

Asunta Vivó, Segretario Generale della Commissione Internazionale

Manuel Manonelles, Direttore della Fondazione Cultura di Pace, Barcellona

Dibattito

 


International Commission against the Death Penalty – ICDP

Commissione internazionale contro la pena di morte

http://www.icomdp.org

Il Governo spagnolo ha lanciato nell’ottobre 2010 l'iniziativa per istituire la Commissione internazionale contro la pena di morte allo scopo di rafforzare la lotta contro la pena di morte in tutte le regioni del mondo e di stabilire una moratoria delle esecuzioni capitali, nella prospettiva di una totale abolizione. L'iniziativa è oggi sostenuta da 16 Paesi che rappresentano tutte le regioni del mondo: Algeria, Argentina, Repubblica Domenicana, Francia, Italia, Kazakistan, Messico, Mongolia, Norvegia, Filippine, Portogallo, Sud Africa, Spagna, Svizzera, Togo e Turchia.

Il mandato della Commissione è quello di intraprendere azioni complementari rispetto a quanto realizzato da Organizzazioni internazionali e regionali, dalla società civile e da esponenti del mondo politico in favore dell'abolizione della pena di morte.

Il valore aggiunto della Commissione risiede nel prestigio dei suoi Membri, nella loro indipendenza e ampia rappresentatività geografica, che le conferiscono un profilo di alto livello nell'arena internazionale.

Gli obiettivi della Commissione sono:

- Promuovere l'abolizione della pena di morte nella legislazione degli Stati, in particolare di quelli che applicano una moratoria di fatto delle esecuzioni capitali.
- Promuovere la diffusione di questa moratoria in tutte le regioni del mondo, nell'orizzonte del 2015, con la prospettiva di una totale abolizione.
- Sollecitare la cessazione delle esecuzioni capitali nei casi in cui il Diritto internazionale limita la loro applicazione, in particolare, quando la pena di morte colpisce i gruppi più vulnerabili della società (criminali minorenni, donne incinte e persone con disabilità mentali).


Per conseguire questi obiettivi, la Commissione interviene presso istituzioni pubbliche a fianco di Organizzazioni internazionali e regionali e di esponenti della società civile; lancia appelli e dichiarazioni; partecipa a conferenze, seminari e campagne intese a mobilitare l'opinione pubblica; dissemina informazioni e partecipa a forum internazionali; promuove la realizzazione di opere artistiche e intellettuali a favore dell'abolizione della pena di morte.

I Membri della Commissione sono: Giuliano Amato, Louise Arbour, Robert Badinter, Mohammed Bedjaoui, Ruth Dreifuss, Michèle Duvivier Pierre-Louis, Asma Jilani Jahangir, Ioanna Kuçuradi, Gloria Macapagal-Arroyo, Rodolfo Mattarollo, Federico Mayor (Presidente), Ibrahim Najjar, Bill Richardson, José Luis Rodríguez Zapatero (Membro onorario).