A A+ A++

Abolizione della pena di morte nel mondo e dell'ergastolo come negazione dei principi costituzionali

Tavola Rotonda

Università di Padova, Palazzo del Bo, Archivio Antico, Lunedì 30 marzo 2015, ore 15.30

Nessuno Tocchi Caino pubblica annualmente il Rapporto sulla pena di morte nel mondo per dar conto dei fatti più importanti relativi alla pena capitale e dell'evoluzione del dibattito sulla questione. Il Rapporto è dedicato ogni anno alla personalità che più si è distinta per decisioni nel senso dell'abolizione: nel 2014 il premio è stato ricevuto dal Presidente del Benin Boni Yayi.

La Tavola Rotonda rappresenta un’occasione per riflettere sulla diffusione di queste pratiche a livello mondiale e sui progressi compiuti dai Paesi e dai territori che hanno deciso di abolire la pena di morte de iure o de facto nei propri ordinamenti o che hanno firmato la moratoria delle esecuzioni.

In particolare l’obiettivo del seminario è quello di approfondire la portata della pena capitale e dell’ergastolo nel mondo, quali pratiche lesive del diritto alla vita e dei principi costituzionali, gli ostacoli che impediscono il loro superamento e le vie possibili per giungere alla loro definitiva abolizione.

L’iniziativa è realizzata da Nessuno tocchi Caino in collaborazione con il Centro di Ateneo per i Diritti Umani dell’Università di Padova.

Per ulteriori informazioni è possibile inviare una e-mail all'indirizzo nessunotocchicaino.padova@gmail.com. 

Programma

Saluti Iniziali

Marco Mascia, Direttore del Centro di Ateneo per i Diritti Umani, Università di Padova

Flavio Rodeghiero, Assessore alla Cultura, Comune di Padova

Maria Grazia Lucchiari, Nessuno tocchi Caino, Padova


Relatori
 

Elisabetta Zamparutti, Tesoriera di Nessuno tocchi Caino, già deputata                                                                    

Padre Guido Bertagna, Membro del Consiglio Direttivo di Nessuno tocchi Caino                                                              

Paolo De Stefani, Docente di Tutela internazionale dei diritti umani nel Corso di laurea in Scienze politiche, relazioni internazionali, diritti umani dell'Università di Padova

Davide Galliani, Docente di Diritti fondamentali nel Corso di laurea in Scienze sociali per la globalizzazione dell'Università di Milano

Vittorio Borraccetti, Magistrato, già componente del Consiglio Superiore della Magistratura

Gian Antonio Stella, Giornalista e scrittore

Rita Bernardini, Segretaria di Radicali Italiani, già deputata


Modera

Alessandra Mercanzin, Giornalista 7Gold Telepadova