A A+ A++

Finalità e organi di governo

Finalità del Centro

Il Centro ha come principali finalità quelle di:

  • promuovere ricerche e pubblicazioni interdisciplinari nel campo dei diritti della persona e dei popoli, della pace e della sicurezza umana, della democrazia e del buon governo, awalendosi anche della collaborazione di istituzioni internazionali quali in particolare l'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, l'Unesco, il Consiglio d'Europa, l'Unione Europa;
  • promuovere attività di informazione, educazione e formazione sui diritti umani universalmente riconosciuti nell'ottica della loro interdipendenza e indivisibilità;
  • favorire il processo di diffusione del sapere dei diritti umani (human rights mainstreaming) all'interno del sistema universitario e del sistema scolastico nazionale;
  • contribuire alla internazionalizzazione dell'Ateneo in particolare partecipando alle reti europee e internazionali dei Centri universitari dei diritti umani, delle Cattedre Unesco e delle Cattedre Jean Monnet;
  • dare supporto alla Cattedra Unesco Diritti umani, democrazia e pace, istituita (1999) con convenzione tra l'Università e l'Unesco;
  • partecipare alle attività promosse dal Centro interuniversitario europeo per i diritti umani e la democratizzazione (EIUC) anche in qualità di università fondatrice del Master Europeo in Diritti Umani e Democratizzazione e del suddetto Centro europeo.
  • collaborare con ombudsman e altre istituzioni regionali e nazionali dei diritti umani, in particolare con la Regione del Veneto come previsto dalla pertinente normativa regionale per la promozione della cultura dei diritti umani e della pace, e con le organizzazioni della società civile.

 

Organi di governo

Consiglio Direttivo

Con Decreto del 26 aprile 2016, il Magnifico Rettore ha nominato il Consiglio Direttivo del Centro di Ateneo per il triennio 2016-2019, che risulta composto dai Professori Gabriella Salviulo (Macroarea 1), Roberto De Vogli (Macroarea 2), Marcello Ghilardi (Macroarea 3), Arrigo Opocher (Macroarea 3), Carlotta Sorba (Macroarea 3), Antonio Papisca (Cattedra Unesco Diritti Umani, Democrazia e Pace), e dalla Dr.ssa Benedetta Bixio (Responsabile amministrativa).

Direttore

Con successivo Decreto del 20 giugno 2016, il Magnifico Rettore, d’intesa con il suddetto Consiglio Direttivo, ha confermato il Professore Marco Mascia quale Direttore del Centro di Ateneo per i Diritti Umani.


I membri del Consiglio direttivo del Centro di Ateneo dal 2013 al 2016 sono stati i Professori  Alessandro Pascolini (Macroarea 1), Alessio Vieno (Macroarea 2), Arrigo Opocher (Macroarea 3), Vincenzo Pace (Macroarea 3), Carlotta Sorba (Macroarea 3), Antonio Papisca (Cattedra Unesco Diritti Umani, Democrazia e Pace), e la Dr.ssa Cinzia Clemente (Responsabile amministrativa).

Dal 2001 al 2013 sono stati membri del Comitato Tecnico-Scientifico del Centro interdipartimentale di ricerca e servizi sui diritti della persona e dei popoli i seguenti professori dell'Università di Padova:  

Achille Agnati (Facoltà di Scienze politiche), Paolo Benciolini (Facoltà di Medicina), Liliana Billanovich (Facoltà di Scienze politiche), Paolo Faggi (Facoltà di Scienze della formazione), Alessandro Martin (Facoltà di Medicina), Marco Mascia (Facoltà di Scienze politiche, Direttore dal 2008 al 2013), Remo Naccarato (Facoltà di Medicina), Nino Olivetti Rason (Facoltà di Scienze politiche), Vincenzo Pace (Facoltà di Scienze politiche), Bruno Paccagnella (Facoltà di Medicina), Antonio Papisca (Facoltà di Scienze politiche, Direttore dal 2001 al 2007), Elena Pariotti (Facoltà di Scienze politiche), Aldo Rossi (Facoltà di Ingegneria), Raffaella Semeraro (Facoltà di Scienze della formazione), Franco Todescan (Facoltà di Scienze politiche).


Dal 1982 al 2001 hanno fatto parte del Comitato scientifico del Centro di Studi e formazione sui diritti della persona e dei popoli
:
Carlo Tullio Altan, Professore ordinario di Antropologia culturale nell’Università di Trieste; Achille Ardigò, Professore ordinario di Sociologia dell’organizzazione nell’Università di Bologna; Dom Helder Camara, Arcivescovo Emerito di Recife e Olinda, Brasile; Marcello Cresti, Professore ordinario di Fisica generale nell’Università di Padova, già rettore della stessa Università; Héctor Gros Espiell, Professore ordinario di Diritto internazionale nell’Università di Montevideo, Ministro degli Esteri dell’Uruguay; Antonio Lepschy, Professore ordinario di Controlli automatici nell’Università di Padova; Luigi Mascia, Segretario regionale per la cultura, l’istruzione e le attività formative della Regione Veneto; Adolfo Perez Esquivel, Premio Nobel per la Pace; Antonio Papisca, Professore ordinario di Relazioni internazionali nell'Università di Padova (Direttore), Fausto Pocar, Professore ordinario di Diritto internazionale nell’Università di Milano, Presidente del Comitato dei diritti umani delle Nazioni Unite; François Rigaux, Professore emerito di Diritto internazionale nell’Università di Lovanio, Presidente del Tribunale Permanente dei Popoli; Giorgio Spini, Professore ordinario di Storia dell’Europa occidentale nell’Università di Firenze; Aldo Visalberghi, Professore ordinario di Pedagogia nell’Università di Roma “La Sapienza”.

regione del veneto
pace diritti umani