A A+ A++

Il Centro diritti umani e l'Archivio "Pace Diritti Umani - Peace Human Rights" partecipano a Terra Futura 2012

Il Centro diritti umani dell'Università di Padova e l'Archivio Regionale "Pace Diritti Umani - Peace Human Rights" parteciperanno alla nona edizione di Terra Futura, mostra convegno delle buone pratiche di sostenibilità, che si terrà dal 25 al 27 maggio 2012 alla Fortezza da Basso, Firenze.

Nell'ambito del programma culturale della mostra saranno proposti due seminari: il primo, di presentazione  dell'Annuario italiano dei diritti umani; il secondo sul progetto "Cittadinanza e Costitutizione: apprendere l'Unione Europea a scuola". Durante i tre giorni sarà inoltre allestito un punto informativo sulle attività di ricerca, di formazione e di  informazione e documentazione online sviluppate dall’Archivio “Pace Diritti Umani – Peace Human Rights” e dal Centro diritti umani.


Programma dei seminari

Presentazione dell'Annuario italiano dei diritti umani

Sabato 26 maggio 2012, ore 10.30-12.15 - Sala n. 26 Palazzina Lorenese primo piano

Intervengono

Antonio Papisca, direttore dell'Annuario italiano dei diritti umani Università di Padova

Carola Carazzone, portavoce del Comitato per la promozione e protezione dei diritti umani |

Paolo De Stefani, docente di Tutela internazionale dei diritti umani Università di Padova

Coordina Marco Mascia, Direttore del Centro diritti umani dell'Università di Padova


 

Cittadinanza e Costitutizione: apprendere l'Unione Europea a scuola

Sabato 26 maggio 2012, ore 13.00-13.45 - Sala Cavaniglia

Intervengono

Antonio Papisca, Cattedra Unesco Diritti umani, democrazia e pace dell'Università

Paolo De Stefani, docente di Tutela internazionale dei diritti umani Università di Padova

Coordina Marco Mascia, Direttore del Centro diritti umani dell'Università di Padova

 

Terra Futura è una mostra-convegno che riunisce ogni anno le migliori energie e proposte della società civile, delle istituzioni e delle imprese impegnate nella costruzione di un futuro sostenibile e più equo per tutti. Un network formato da persone, reti, progetti, idee e investimenti che da anni lavora per una nuova governance globale, una "terra futura" rispettosa dell'ambiente e dei suoi abitanti e un sistema sociale ed economico più giusto.

Per tre giorni la Fortezza da Basso si trasformerà in un animato cantiere dove, attraverso i tanti convegni, seminari e workshop in programma e le ultime novità sui temi della sostenibilità presentate all'interno dell'ampia area espositiva, è possibile conoscere da vicino soluzioni e idee per costruire assieme un futuro più equo e responsabile per il nostro pianeta.

Al centro di questa edizione 2012 di Terra Futura il tema del lavoro, sul quale l'attuale crisi ha prodotto uno dei suoi effetti più devastanti provocandone la totale perdita di valore. Occorre, invece, ridare dignità e senso al lavoro, e per questa strada ricostruire un significato del produrre: la conversione-riconversione ecologica e sociale dell'economia.

regione del veneto
pace diritti umani