A A+ A++

Legge di Dio e leggi degli uomini nelle tre grandi religioni monoteiste - 2008

Padova, 12-28 maggio 2008

Presentazione
L’Arcivescovo di Canterbury, Rowan Williams, ha recentemente sostenuto che lo Stato inglese possa, entro certi limiti e in alcuni ambiti, riconoscere la shari’a, la legge coranica. L’argomentazione dell’autorevole rappresentante della Chiesa anglicana si fonda sulla constatazione dell’esistenza di una doppia
lealtà da parte di alcune minoranze religiose nel Regno Unito: alle leggi dello Stato, da un lato, e alla Legge divina, dall’altro.
Gli studi compiuti da un gruppo di ricercatori della School of Oriental
and African Studies (SOAS) dell’Università di Londra hanno dimostrato come si siano moltiplicati negli ultimi anni i casi in cui i giudici hanno preso in considerazione i diritti religiosi di persone appartenenti a comunità, quali quelle
dei sikh, degli hindù e dei musulmani.
La lezione tenuta il 7 febbraio scorso dall’Arcivescovo ha ovviamente sollevato un acceso dibattito nel Rego Unito. Da molte parti è stato notato che un riconoscimento della legge religiosa contrasta con lo Stato di diritto,
soprattutto quando l’applicazione della prima mette in discussione i diritti fondamentali della persona. In generale, si è fatto notare da parte
dei critici di Williams, che tale discorso non riguarda tuttavia solo la shari’a, ma tutte le pretese avanzate da una comunità religiosa di poter regolare materie specifiche (in genere, quelle legate allo statuto personale, alle relazioni
matrimoniali, alla parità uomo-donna e alla tutela dei minori) in base ai rispettivi codici religiosi, sottraendosi in parte alle norme generali di uno Stato.
La tensione fra i diritti umani e i diritti di Dio, dunque, si ripropone oggi con maggior forza, in forme inedite e inattese, fuori dell’Europa e in Europa. La ricerca di una regola giusta, uguale per tutti, che rifletta lo spirito e la positività del paradigma dei diritti umani, costituisce la sfida culturale, religiosa e politica che sta di fronte a molte società contemporanee.
Anche quest’anno, il programma della “Cattedra delle Tre Religioni” dell’Università di Padova, messo a punto dal Centro interdipartimentale
sui diritti della persona e dei popoli, intende analizzare come in società radicate in diverse culture religiose (ebraica, cristiana e musulmana) il tema della doppia lealtà alla legge di Dio e alle leggi degli uomini venga affrontato alla luce del paradigma dei diritti umani.

Il ciclo di seminari è coordinato dal prof. Enzo Pace, professore ordinario di Sociologia delle religioni, membro del Comitato Tecnico Scientifico del suddeto Centro interdipartimentale, già Presidente della International Society for the
Sociology of Religion.

Il giudice, il Tempio e il Muro
CARLO ROSSETTI, Professore di Sociologia giuridica all’Università di Parma

La Religione in una società multiculturale, in particolare l'Islam
SIR JAMES GOBBO, già Governatore dello Stato di Victoria e già Presidente della Corte Suprema dell’Australia

La Corte Suprema di Israele e la questione palestinese
CARLO ROSSETTI, Professore di Sociologia giuridica all’Università di Parma

Presentazione del libro di Michele Di Cintio “La maschera dell’altro. Etica e dialogo interculturale nella civiltà complessa”, Edizioni Pensa MultiMedia
ENZO PACE, Docente di Sociologia delle religioni, Università di Padova
CARMELA PALUMBO, Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto
ANTONIO PAPISCA, Cattedra UNESCO “Diritti umani, democrazia e pace” Università di Padova
Sarà presente l’Autore

Le statut de la femme en Tunisie: de la shari’a au droit positif
RAFA’A BEN ACHOUR, Professore di Diritto presso la Facoltà di Scienze giuridiche, politiche e sociali dell’Università di Tunisi

Les sources du droit dans le monde arabe entre droit musulman et droit moderne
RAFA’A BEN ACHOUR, Professore di Diritto presso la Facoltà di Scienze giuridiche, politiche e sociali dell’Università di Tunisi

Legge di Dio e leggi degli uomini: l’altro nelle tre grandi religioni monoteiste
GIUSEPPE GRAMPA, Docente di Filosofia delle religioni nell’Università di Padova
GIULIANO ZATTI, Teologo, Istituto Superiore di Scienze Religiose di Padova
ENZO PACE, Docente di Sociologia delle religioni e di Sociologia dei diritti umani nell’Università di Padova
FRANCO TODESCAN, Docente di Filosofia del Diritto e di Storia del pensiero politico dei diritti umani nell’Università di Padova

regione del veneto
pace diritti umani