A A+ A++
27/5/2011
Haiti: foto controluce di alcuni ragazzi mentre giocano a calcio.
© UN Photo/Logan Abassi

Commissione interamericana dei diritti umani: il governo di Haiti indaghi sulle gravi violazioni dei diritti umani commesse durante il regime di Jean-Claude Duvalier

La Commissione interamericana ha ricordato al governo di Haiti i propri obblighi internazionali in materia di diritti umani ed in particolare quello di investigare, perseguire e punire i responsabili delle gravi violazioni dei diritti umani commesse durante il regime dell’ex presidente dell’isola Jean-Claude Duvalier.

Quest’ultimo, nel gennaio 2011 rientrato ad Haiti dopo 25 anni di esilio in Francia, ha governato l'isola con pugno di ferro dal 1971 al 1986. Secondo un rapporto del 1979 della stessa Commissione interamericana, il governo di Duvalier, attraverso l’opera di un repressivo apparato statale, si è caratterizzato per numerose e sistematiche violazioni dei diritti umani, alcune delle quali, tortura, esecuzioni extragiudiziarie e sparizioni forzate, qualificabili anche come crimini contro l’umanità.

Lo scorso 28 marzo, nel corso di un’udienza dedicata proprio alla situazione di impunità relativa a queste violazioni, i rappresentanti del governo di Haiti hanno assicurato alla Commissione il proprio impegno e la propria volontà di rendere giustizia alle vittime, sottolineando tuttavia le difficoltà oggettive in cui versa il paese e lo stesso sistema giudiziario.

A questo riguardo, la Commissione, pur rispondendo in maniera positiva alla richiesta di assistenza tecnica presentata dal governo haitiano, ha chiaramente ricordato come i crimini in questione non possano in alcun caso cadere in prescrizione né essere coperti da leggi di amnistia.

regione del veneto
pace diritti umani