A A+ A++
24/9/2018
University of Padova's students heading to Nepal for the Winter School "Microfinance in Action" 2018

Didattica, pensiero e azione: gli studenti in diritti umani in Nepal per la Winter School “Microfinance in Action”

Il 22 settembre 2018 sono partiti per il Nepal gli otto studenti dell'Università di Padova selezionati per la quarta edizione della International Winter School "Microfinance in Action" organizzata dal Centro di Ateneo per i Diritti Umani “Antonio Papisca” e dal Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionazionali e coordinata dal prof. Alberto Lanzavecchia nell’ambito del corso di Laurea in “Human Rights and Multi-Level Governance”.

Torneranno a Padova il 7 ottobre, dopo un intenso programma di didattica presso l’Apex College e la Tribhuvan University a Kathmandu, incontri istituzionali con esperti della Nepal Rastra Bank, del Centre for Microfinance, della Muktinath Bikas Bank e di organizzazioni di società civile quali la Volunteers Initiative Nepal, Apeiron, Mitrataa Foundation. Accanto alla parte teorica, ci sarà anche una parte pratica sul microcredito, attraverso visite in comunità rurali nella regione del Terai e ospitalità familiare, volte a trasferire conoscenze e maturare esperienze sui diritti umani, la microfinanza e la cooperazione internazionale.

Cooperazione promossa proprio dagli studenti con "United for Nepal": una campagna di raccolta fondi a favore di scuole distrutte dal terremoto del 2015 o a quelle tra le comunità più povere, da consegnare personalmente. Verificando così direttamente l'impatto che piccoli gesti possono generare.

Questa edizione, grazie alla collaborazione tra “United for Nepal”, il Centro Diritti Umani, il gruppo CEDACRI e L'Osteria Volante, oltre ai fondi raccolti, saranno donati 11 laptop e libri accademici per allestire un’aula computer.

Gli studenti partecipanti alla Winter School sono: Righi Maddalena, Negrini Teresa, Giandon Arianna, Palumbo Maria, Tuffi Francesco, Bui Hai Ly, Yang Lixia, Demet Gumus.

regione del veneto
pace diritti umani