A A+ A++
20/1/2016
Sala conferenze del Consiglio diritti umani a Ginevra. Vista del tavolo dei relatori e degli schermi mentre trasmettono l'immagine di Ban Ki-Moon, Segretario delle Nazioni Unite.
© UN Photo/Jean-Marc Ferre

Nazioni Unite: 24° sessione del meccanismo di Revisione Periodica Universale (UPR), Ginevra, 18-29 gennaio 2016

Si tiene a Ginevra, dal 18 al 29 gennaio 2016, la 24° sessione del meccanismo di Revisione Periodica Universale (UPR) del Consiglio Diritti Umani.

Le due settimane di sessione hanno lo scopo di esaminare il rispetto degli obblighi assunti in materia di diritti umani dei 14 Stati sotto esame: Namibia, Nigeria, Mozambico, Estonia, Paraguay, Belgio, Danimarca, Palau, Somalia, Seychelles, Isole Salomone, Lettonia, Sierra Leone, Singapore. L’esame di ciascun Paese viene facilitato da un gruppo di tre Stati membri del Consiglio (la c.d. Troika), che svolge il ruolo di relatore. Al termine dei lavori, il Gruppo di lavoro adotterà un rapporto per ciascun Paese esaminato, in cui verranno indicate conclusioni e raccomandazioni.
Il gruppo di lavoro sulla UPR, che è composto dai 47 membri del Consiglio, tiene tre sessioni all'anno; formula rapporti che sintetizzano le discussioni avvenute in sede di revisione, assieme alle raccomandazioni e gli impegni volontari presi dai Paesi esaminati in ciascuna sessione.

Il meccanismo di Revisione Periodica Universale è stato creato all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 15 marzo 2006 con Risoluzione 60/251. Scopo del meccanismo di UPR, che ha esaminato fino ad ora tutti i 193 Paesi membri delle Nazioni Unite, è quello di migliorare la situazione dei diritti umani nelle varie nazioni, riportando all’attenzione degli Stati la loro responsabilità nel rispettare e promuovere i diritti umani e le libertà fondamentali.

regione del veneto
pace diritti umani