A A+ A++
16/2/2011
Pavel Nedved con lo staff del Centro diritti umani dell'Università di Padova, 2011
© Centro diritti umani - Università di Padova

Pavel Nedved, già Pallone d'oro nel 2003, al Centro diritti umani dell'Università di Padova

Nel quadro delle attività formative del Centro Diritti Umani dell'Università di Padova si è svolto l'incontro con Pavel Nedved, Pallone d'Oro 2003, in occasione della presentazione della biografia "La mia vita normale. Di corsa tra rivoluzione, Europa e Pallone d'oro" (Add Editore, 2010). All'incontro ha partecipato una folla di studenti dei corsi di laurea in Relazioni internazionali e diritti umani, che hanno subissato Nedved di domande, dimostrazioni di affetto e scroscianti applausi.

Dopo l'indirizzo di benvenuto del prof. Marco Mascia, Direttore del Centro Diritti Umani sono intervenuti il prof. Antonio Papisca, Cattedra Unesco "Diritti umani, democrazia e pace" dell'Università di Padova, l'avv. Jacopo Tognon, docente del Corso Jean Monnet "Sport e diritti umani nel diritto dell'UE", la dr.ssa Maria Paola Azzario Chiesa, Presidente del Centro Unesco di Torino, il dr. Michele Dalai, editore.

Nedved ha puntualmente risposto alle domande degli studenti e alla fine ha lanciato un appello di sano civismo per la correttezza dello sport, i diritti umani, la coesione sociale e l'unità dell'Europa.

A conclusione dell'incontro, in un clima di acceso entusiasmo, il Centro Diritti Umani dell'Università di Padova ha consegnato a Pavel Nedved una targa ricordo, il guidoncino dell'antico Ateneo patavino e la maglia "Human Rights Defender".

regione del veneto
pace diritti umani