A A+ A++
9/1/2019
La Nuova Carta dei diritti della bambina è promossa dall'Associazione Femminile FIDAPA Business and Professional Women (BPW)

Regione del Veneto: adottata la “Carta dei diritti della bambina” promossa dalla Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari (FIDAPA) Business and Professional Women (BPW) Italia

La Regione del Veneto ha adottato, con Deliberazione della Giunta regionale n. 1989 del 21 dicembre 2018, la "Nuova Carta dei diritti della bambina".

La versione originale della Carta dei diritti della bambina, documento unico nel panorama della cultura di genere, è stata presentata ed approvata durante il Congresso della Business and Professional Women (BPW) Europa, tenutosi a Reykjavik nel 1997, ed è stata redatta dalla BPW Europa a seguito della drammatica condizione femminile denunciata a Pechino nella Conferenza mondiale sulle donne del 1995.

La Carta dei diritti della bambina, a differenza della Dichiarazione sui diritti del fanciullo e dell'omonima Convenzione delle Nazioni Unite del 1989, distingue i due generi riguardo alle diverse connotazioni fisiche ed emozionali e deve essere letta come una premessa fondamentale per l'affermazione e la tutela dei diritti delle donne fin dalla nascita. La famiglia, la scuola e la comunità devono assumersi le proprie responsabilità perché la bambina possa crescere nella piena consapevolezza dei suoi diritti e dei suoi doveri.

Dopo circa vent'anni, l’originaria Carta dei diritti della bambina è stata aggiornata, in considerazione delle normative specifiche introdotte in tutto il mondo e del fatto che i principi in essa contenuti se prima erano una speranza, oggi vanno considerati diritti veri e propri. La nuova versione della Carta è stata definitivamente approvata il 30 settembre 2016 dal Meeting delle Presidenti FIDAPA tenutosi durante la Conferenza europea di Zurigo.

Le Federazioni e i Club della BPW sono molto attivi in questa materia, e sono stati in grado di ottenere l'adozione della presente Carta da parte delle istituzioni locali. In Veneto ciò è avvenuto anche grazie alla campagna di promozione lanciata dalla Commissione regionale per la realizzazione delle pari opportunità tra donna e uomo, che ha incontrato alcune rappresentanti di FIDAPA BPW ed ha deciso di inviare una lettera a tutti i Sindaci dei Comuni veneti per chiedere l’adozione della Carta.

L'Associazione Femminile FIDAPA Business and Professional Women (BPW) Italia ha lo scopo di promuovere, coordinare e sostenere le iniziative delle donne che operano nel campo delle Arti, delle Professioni e degli Affari, autonomamente o in collaborazione con altri Enti, Associazioni ed altri soggetti. Conta circa 11.000 socie ed appartiene alla Federazione Internazionale IFBPW (International Federation of Business and Professional Women).

Il testo della nuova Carta dei diritti della bambina, pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 2 del 4 gennaio 2019, è consultabile al link sottostante.

regione del veneto
pace diritti umani