A A+ A++
11/10/2017
Senzatomica e Rete Italiana per il Disarmo: campagna per convincere il Governo a firmare e ratificare: “Italia Ripensaci!”
Rete Italiana per il Disarmo

Senzatomica e Rete Italiana per il Disarmo: campagna per convincere il Governo a firmare e ratificare il “Trattato sulla proibizione delle armi nucleari” dell'ONU: “Italia Ripensaci!”

Il 20 settembre 2017, in seguito all'apertura alla firma del “Trattato sulla proibizione delle armi nucleari” (Nuclear Ban Treaty) delle Nazioni Unite, è iniziata la mobilitazione della società civile coordinata da Campagna Senzatomica e Rete Italiana per il Disarmo per convincere il Governo a firmare e ratificare: “Italia Ripensaci!”

La cerimonia di apertura alla firma è stata introdotta dal Segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres seguito dal Presidente dell'Assemblea Generale, dal Presidente del Costa Rica e infine, come rappresentanti della società civile internazionale, il Presidente della Croce Rossa Internazionale e Beatrice Fihn, coordinatrice della campagna ICAN (di cui Senzatomica e Rete Disarmo sono parte). È quindi iniziata la fase di adesione formale alla prima norma internazionale che mette fuorilegge le più potenti armi di distruzione di massa. Si tratta di un passo ormai non più rimandabile, come testimoniano le tensioni internazionali che in questo momento riguardano anche la proliferazione nucleare.

Come noto, l'Italia non ha sostenuto questo percorso di disarmo multilaterale sia votando contro la risoluzione in Assemblea Generale dello scorso anno che convocava una Conferenza di elaborazione del Trattato, sia non partecipando alle negoziazioni di New York concluse lo scorso luglio con l’approvazione di un testo condiviso. Per questo motivo Rete Italiana per il Disarmo e Campagna Senzatomica hanno deciso di lanciare un’iniziativa di pressione sul Governo. Sotto lo slogan “Italia Ripensaci!” verranno raccolte diverse iniziative e azioni con il fine di convincere Esecutivo e Parlamento a cambiare rotta allineandosi a quello che è il sentire comune degli italiani: che le armi nucleari di distruzione di massa siano messe al bando. Per raggiungere questo obiettivo la campagna prevede una firma simbolica del Trattato da parte di cittadini e cittadine per chiedere al proprio Governo di unirsi al percorso multilaterale che renderà il mondo libero da armi nucleari.  Enti Locali, semplici cittadini, sono quindi invitati a fare la propria parte prendendo posizione e gridando “Italia Ripensaci!” con la propria sottoscrizione simbolica.

Gli eventi principali che caratterizzeranno le prime settimane della mobilitazione sono:

  • Presenza al 17th Castiglioncello International Conference “International Security in the Trump Era” Pugwash-USPID Joint meeting, 21-23 Settembre
  • Presentazione del libro “Per un mondo libero dalle armi nucleari” di Enza Pellecchia, 26 settembre 2017 presso il Senato della Repubblica
  • Inaugurazione Mostra Senzatomica il 2 ottobre a Torino
  • Premio Colombe Oro dell’Istituto di Ricerche Internazionali Archivio Disarmo assegnato quest’anno alla International Campaign to Abolish Nuclear Weapons (ICAN), 10 ottobre a Roma

Tutte le indicazioni su come mobilitarsi e i materiali della campagna sono pubblicati sui siti www.disarmo.org/ican
www.senzatomica.it

regione del veneto
pace diritti umani