A A+ A++
9/12/2015
Mappa politica della regione euromediterranea che mostra i 43 paesi membri dell'Unione per il Mediterraneo e la Libia (unico osservatore), 2010
© EU/UE

Unione per il Mediterraneo: terminato l'incontro per un'agenda comune per lo sviluppo

Si è svolto a Barcellona un incontro dell’Unione per il Mediterraneo (UpM), intitolato “Verso una agenda comune per lo sviluppo nel Mediterraneo”. L’evento ha visto la partecipazione di rappresentati di tutti i 43 Stati membri dell’UpM, ossia i 28 Stati dell’Unione Europea e 15 Paesi mediterranei.

L’incontro è stato convocato al fine di esaminare le attività svolte, condividere buone pratiche e delineare le sfide e i progetti futuri nel raggiungimento dei tre obiettivi strategici dell'Unione per il Mediterraneo: empowerment femminile, occupazione giovanile e sviluppo sostenibile.

Il Segretario Generale dell'UpM Fathallah Sijilmassi ha sottolineato l’importanza di promuovere la cooperazione e l’integrazione tra gli Stati partner e la società civile, anche alla luce delle attuali sfide del terrorismo e dei flussi migratori.

Durante il meeting è stato presentato il Rapporto annuale 2014, un resoconto dei 33 progetti attivati durante l’anno (18 dei quali ancora attivi) e delle 55 conferenze che hanno riunito oltre 2500 partecipanti dai vari Paesi. Inoltre, è stato lanciato il progetto “Mediterranean Entrepreneurship Network”, che all’interno del progetto Med4Jobs mira a creare oltre 450 nuove start-up entro il 2017, per un totale di oltre 5000 posti di lavoro. Infine, la Norvegia ha stanziato un fondo di 650.000 € a favore di progetti per l’emancipazione femminile come il “Young women as job creators”, che fornisce competenze e formazione alle giovani laureate di Marocco, Giordania, Tunisia, Spagna, Albania e Palestina che desiderano avviare una loro impresa.

L’Unione per il Mediterraneo è una iniziativa a carattere regionale istituita nel 2008 a seguito del Summit per il Mediterraneo di Parigi, come continuazione del Processo di Barcellona per la cooperazione nel Mediterraneo. L’UpM promuove incontri e progetti volti a favorire l’integrazione e la cooperazione a livello politico, culturale ed economico tra i Paesi dell'UE e i Paesi mediterranei del Nordafrica, del Medio-Oriente e dei Balcani.

regione del veneto
pace diritti umani