A A+ A++

Pace e diritti umani nei Comuni, nelle Province e nelle Regioni

L'infrastruttura normativa e istituzionale

Mariella Mazzucchelli (2011)

Tipologia pubblicazione

: I Quaderni del Centro diritti umani

Numero

: 16

Casa editrice

: Cleup

Città

: Padova

Pagine

: 361

ISBN

: 978-88-6129-685-5

Lingua

: IT

Contenuto

Prefazione di Marco Mascia e Antonio Papisca

“Diritti umani”, “diritto alla pace”, “cultura di pace”, “ripudio della guerra”, “solidarietà e cooperazione internazionale”, “disarmo”, “dialogo interculturale”, “principio di uguaglianza e non discriminazione”, sono dimensioni valoriali che appartengono al diritto internazionale dei diritti umani così come alla Costituzione italiana. Ma appartengono anche agli Statuti di Comuni, Province e Regioni, dove questi valori hanno fatto ingresso anche sulla base del paradigma offerto dalla norma “pace diritti umani”, introdotta dalla Regione del Veneto già nel 1988, con la legge in tema di interventi regionali per la promozione di una cultura di pace (L.R. 18/1988).

Di questa ampia fecondazione normativa, portata avanti nel segno dei grandi valori del costituzionalismo universale, dà conto il presente volume, frutto della ricerca condotta presso il Centro diritti umani dell’Università di Padova, su un campione rappresentato dagli statuti dei 2.372 Comuni italiani con popolazione superiore a 5.000 abitanti, delle 104 Province, delle 20 Regioni e delle 2 Province ad autonomia speciale. Particolarmente significativi per novità-innovatività, i dati che emergono dalla ricerca.

 

Mariella Mazzucchelli, avvocato, dopo la laurea conseguita presso l’Università di Padova, ha intrapreso un percorso di studio e di ricerca sulle Istituzioni per la tutela dei diritti umani presso il Centro interdipartimentale sui diritti della persona e dei popoli dell’Ateneo patavino, collaborando altresì con gli Uffici del Difensore Civico e del Tutore Pubblico dei Minori della Regione del Veneto.

Aggiornato il

19/04/2011

regione del veneto
pace diritti umani