A A+ A++
3/3/2018
Una bambina con in mano Un orsacchiotto
pinterest

Consiglio d’Europa: 2° Rapporto sulla protezione dei bambini contro l'abuso sessuale

In un nuovo rapporto pubblicato il 13 febbraio 2018 a Strasburgo, il Comitato di Lanzarote del Consiglio d'Europa (CdE) ha analizzato le strategie utilizzate da 26 paesi europei per proteggere i bambini dagli abusi sessuali nei rapporti interfamiliari.

Secondo il rapporto, gli Stati parte della Convenzione del CdE sulla protezione dei bambini contro lo sfruttamento e l’abuso sessuale (Convenzione di Lanzarote) stanno intraprendendo iniziative efficaci in questo campo, permettendo ai bambini di partecipare attivamente allo sviluppo e all'adozione di politiche contro abusi nei loro confronti.

Inoltre il rapporto sottolinea l'importante ruolo dei media nell'informare sull'abuso sessuale dei bambini prestando particolare attenzione al pieno rispetto della loro privacy e dei loro diritti. In Croazia e Romania, ad esempio, è vietato rivelare l'identità o qualsiasi altra informazione sulla vita privata di un bambino. Quasi tutte le autorità nazionali degli stati parte cooperano con le organizzazioni della società civile e il settore privato nella sensibilizzazione, istruzione e formazione di persone che lavorano con bambini. Il rapporto ribadisce l’importanza di stanziare risorse finanziarie per la formazione dei professionisti che si trovano regolarmente a contatto con bambini; attualmente solo la Danimarca e l'Islanda dispongono di finanziamenti statali permanenti per tali programmi di formazione per tutti i livelli delle istituzioni.

Per quanto riguarda l’Italia, la Convenzione di Lanzarote è stata ratificata con la Legge 172/2012, la quale ha introdotto nuove fattispecie di reato all’interno del Codice Penale. In questo quadro si collocano alcune pratiche positive, evidenziate nel rapporto, tra cui il progetto "Pediatric Network Against Child Abuse" lanciato a maggio 2016, supportato dall'industria farmaceutica Menarini, insieme a Telefono Azzurro Onlus, Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP), Società Italiana di Pediatria (SIP) e Associazione Italiana Ospedali Pediatrici (AOPI). Questo progetto è il primo al mondo di questo genere e prevede la creazione su tutto il territorio nazionale di una rete di 15.000 pediatri e medici di base addestrati a riconoscere i segni di abuso sui minori. Inoltre in Italia il 5 maggio si celebra la Giornata nazionale per la lotta alla pedofilia. 

regione del veneto
pace diritti umani