A A+ A++
16/4/2012
Logo dell'indagine europea sulle discriminazioni delle persone LGBT
© EU Agency for fundamental rights - FRA

FRA: prima indagine europea sulle discriminazioni delle persone LGBT

L'Agenzia dell'Unione Europea per i diritti fondamentali (FRA) ha lanciato la prima indagine su scala europea riguardante le discriminazione nei confronti delle persone lesbiche, omosessuali, bisessuali e transessuali (lesbian, gay, bisexual and transgender – LGBT).

In ambito europeo i dati disponibili su questa tematica sono molto limitati. Per ovviare a questa situazione l'Agenzia dell'Unione Europea FRA sta cercando, con questa indagine, di raccogliere il maggior numero di esperienze dirette, nell'ottica di definire un quadro preciso per comprendere la portata del fenomeno della discriminazione delle persone LGBT.

Il questionario, da compilare online, pone una serie di domande circa le storie personali delle persone LGBT, in merito a vari ambiti di interesse, tra cui la percezione dell'omofobia e della transfobia, l'ambiente e il contesto sociale di appartenenza, le discriminazioni eventualmente subite, nonché gli atti di violenza o molestia di cui si è stati oggetto. I risultati dell'indagine hanno come obiettivo quello di promuovere e sostenere lo sviluppo di politiche per la parità di trattamento delle persone LGBT e per definire l'agenda delle attività da realizzare in tal senso negli anni a venire.

Possono partecipare al sondaggio tutte le persone LGBT che abbiano compiuto 18 anni e che siano residenti in uno dei paesi dell'Unione Europea o in Craozia. Il sondaggio è anonimo ed è essenziale un'ampia partecipazione per l'effettiva rappresentatività dei risultati.

regione del veneto
pace diritti umani