A A+ A++
12/8/2017
Logo dell'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni
© IOM/IOM

IOM/EUR-OPA: un nuovo studio afferma come i migranti possono contribuire alla prevenzione, preparazione e risposta alle catastrofi in Europa favorendo la propria inclusione sociale

L'Organizzazione internazionale per le migrazioni delle Nazioni Unite (IOM) e EUR-OPA (l’accordo sui grandi rischi del Consiglio d’Europa) hanno pubblicato il 19 luglio 2017 uno studio congiunto sui benefici del coinvolgimento dei migranti nelle iniziative per la riduzione del rischio di catastrofi.

Lo studio, intitolato "Migranti e prevenzione dei rischi di catastrofi: pratiche di inclusione", è stato presentato nella sala XVIII del Palazzo delle Nazioni a Ginevra. Scopo della ricerca è di analizzare le modalità per integrare meglio i migranti nei processi decisionali, nelle politiche e nei processi di attuazione delle iniziative per la riduzione del rischio di catastrofi.

Lo studio è disponibile in inglese cliccando sul link sottostante.

regione del veneto
pace diritti umani