A A+ A++
29/8/2010
Bandiera del Mercosur, con 4 stelle che rappresentano i 4 paesi fondatori (Argentina, Brasile, Paraguay e Uruguay)

Il Mercosur da vita all’Istituto per i diritti umani

Il Consiglio dei Ministri dei Paesi membri del Mercosur, nel corso della 39° riunione svoltasi lo scorso 2 agosto a San Juan (Argentina), ha dato vita all’Istituto per i Diritti umani (Instituto de Políticas Públicas en Derechos Humanos), prima istituzione in materia dell’organizzazione.

L’Istituto, presentato dal Segretario per i diritti umani della Repubblica Argentina, Eduardo Luis Duhalde, avrà la sua sede presso lo Spazio della memoria nella famigerata ex Scuola di Meccanica delle forze armate argentine a Buenos Aires, luogo di tortura, di detenzione e di morte durante l’ultima dittatura militare tra il 1974 e il 1983. Direttore dell’Istituto sarà Víctor Abramavich, già membro della Commissione Interamericana dei diritti umani.

L’Istituto funzionerà nell’ambito delle alte autorità per i diritti umani operanti nel Mercosur, con l’obiettivo di rafforzare lo stato di diritto e di attivare politiche pubbliche di promozione e protezione dei diritti umani, considerato un nuovo asse fondamentale per l’identità e lo sviluppo della regione. L’Istituto, organizzato in  una segreteria esecutiva e 4 dipartimenti tematici, realizzerà attività di studio e ricerca, fornirà assistenza tecnica ai governi, si proporrà come spazio di riflessione e dialogo tra enti pubblici e organizzzazioni di società civile.

regione del veneto
pace diritti umani