A A+ A++
6/4/2017
Emiciclo della Camera dei Deputati
© Parlamento Italiano

Parlamento: approvata legge a tutela dei minori stranieri non accompagnati

Il 29 marzo 2017 è stato approvato in via definitiva a Montecitorio il disegno di legge C 1658-B recante “Disposizioni in materia di protezione dei minori stranieri non accompagnati”.

Secondo l'Unicef, solo nel 2016, 25.850 bambini e adolescenti non accompagnati e separati sono arrivati nel nostro Paese: più del doppio rispetto ai 12.360 del 2015, il 91% di tutti i 28.200 minorenni che nell'anno appena trascorso hanno raggiunto l’Italia.

Il provvedimento introduce una serie di modifiche alla normativa vigente in materia di minori stranieri non accompagnati con l’intento di definire un sistema nazionale organico di protezione e accoglienza, che rafforzi gli strumenti di tutela già garantiti dall'ordinamento e al contempo assicuri omogeneità nell'applicazione delle disposizioni in tutto il territorio nazionale. Le disposizioni principali contenute nella legge sono in linea con quanto raccomandato dall'Unicef e coerenti con gli impegni del Governo italiano derivanti dall'adesione alla Convenzione delle Nazionu Unite sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza e alla Agenda 2030 ed, inoltre, adempiono alle osservazioni sull'Italia del Comitato sull'Eliminazione della Discriminazione Razziale e del Comitato diritti umani delle Nazioni Unite.

Con la nuova normativa i minorenni stranieri non accompagnati e/o separati non possono essere soggetti al respingimento alla frontiera, si riduce il termine massimo di trattenimento dei minori nelle strutture di prima accoglienza e le procedure per l’accertamento dell’età verranno ottimizzate. Ci sarà un coerente sistema di accoglienza che soddisfi gli standard minimi delle strutture residenziali per minorenni, con una maggior presenza di mediatori culturali qualificati. La figura dell’affido familiare sarà rilanciata e promossa e verranno rafforzati alcuni dei diritti riconosciuti ai bambini non accompagnati, come quello all’assistenza sanitaria, all'istruzione, alla piena attuazione delle garanzie processuali. Per concludere, presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali verrà istituito un Sistema informativo nazionale dei minori non accompagnati.

regione del veneto
pace diritti umani