A A+ A++
10/2/2011
Il Segretario Generale Ban Ki-Moon (a destra) assieme al Presidente del Cile, Michelle Bachelet, a Roma nel 2009
© UN Photo/Eskinder Debebe

UN Women: Visione e Piano d'azione per i primi 100 giorni

Michelle Bachelet, già Presidente del Cile e ora Direttrice esecutiva di UN Women, il nuovo organismo delle Nazioni Unite per la promozione e protezione dei diritti delle donne, ha presentato alla prima sessione ufficiale del comitato direttivo di UN Women la propria visione per l'azione del nuovo organismo e un piano d'azione per i primi 100 giorni di attività.

La visione di UN Women, secondo le parole della sua prima Direttrice, è quella in cui uomini e donne abbiano pari opportunità e capacità e i principi di eguaglianza di genere siano inclusi nelle agende di sviluppo, pace e sicurezza.

Per raggiungere questo obiettivo UN Women baserà il proprio lavoro su cinque principi cardine: 1) fornire sostegno ai partner nazionali su richiesta degli stessi per favorire l'implementazione di standard e accordi internazionali; 2) sostenere i processi intergovernativi per rafforzare la normativa e le politiche globali sull'eguaglianza di genere; 3) promuovere l'eguaglianza di genere e l'empowerment delle donne, battersi per i diritti delle donne e delle ragazze, in particolare di quelle più escluse; 4) guidare e promuovere la coerenza nel lavoro del sistema Nazioni Unite in materia di eguaglianza di genere; e 5) agire come mediatore globale di conoscenza ed esperienza, allineando la pratica con la normativa.

Tenendo a mente gli specifici contesti di ciascun paese, la Bachelet ha inoltre sottolineato cinque priorità tematiche sulle quali UN Women concentrerà la propria attenzione: aumentare la voce, la leadership e la partecipazione delle donne; porre termine alla violenza nei confronti delle donne; rafforzare l'implementazione della agenda su sicurezza, pace e donne; aumentare l'empowerment delle donne in campo economico; rendere le priorità relative all'eguaglianza di genere centrali nella pianificazione e nella gestione delle risorse budgetarie a livello settoriale, locale e nazionale.

Oltre a queste cinque aree, UN Women sosterrà i partner delle Nazioni Unite che sono alla testa di iniziative in aree come HIV e AIDS, migrazioni, Stato di diritto, degrado ambientale e cambiamento climatico, protezione sociale e salute materna e infantile.

Un Women, che raggruppa in un solo organismo quattro precedenti uffici delle Nazioni Unite che si occupavano di parità di genere (Divisione per l'avanzamento delle donne - DAW, Istituto internazionale di ricerca e formazione per la promozione delle donne – INSTRAW, Ufficio del consigliere speciale sulle questioni di genere e sulla promozione delle donne 1997, Fondo ONU per lo sviluppo delle donne - UNIFEM) sarà lanciata formalmente il 24 febbraio durante la 55° sessione della Commissione sulla condizione delle donne.

regione del veneto
pace diritti umani