A A+ A++
23/4/2010
Bambina sudafricana con la maglia di una squadra di calcio italiana per la Campagna “Mondiali Sudafrica 2010: tutti in campo contro il traffico di bambini”
© Tutti in campo contro il traffico di bambini

Campagna “Mondiali Sudafrica 2010: tutti in campo contro il traffico di bambini”

La campagna è promossa dalla rete internazionale End Child Prostitution, Pornography and Trafficking - ECPAT, che contrasta il fenomeno del turismo sessuale a danno dei minori, e Terre des Hommes, organizzazione nongovernativa internazionale impegnata nella lotta al traffico dei minori, con il Patrocinio del Segretariato Sociale Rai.

La Campagna, ideata con un forte approccio partecipativo, intende sensibilizzare il grande pubblico e coloro che andranno in Sudafrica per assistere alle partite di calcio del Mondiale 2010, sulla grande vulnerabilità dei bambini, in particolare quelli africani, rispetto alle diverse forme di sfruttamento e di abuso dell’infanzia.

Il traffico di persone è uno dei mercati più lucrativi al mondo e il Sudafrica rappresenta la principale rotta di destinazione nel continente africano. I partner locali di Terre des Hommes segnalano che in questi ultimi mesi il movimento di minori non accompagnati (maschi e femmine) lungo le frontiere dei paesi che confinano con il Sudafrica è notevolmente aumentato. Dal Mozambico come dallo Zimbawe, i minori sono attratti per le opportunità offerte dai Mondiali, specie per chi vive in condizioni precarie. Oltre al problema del traffico di minori, secondo ECPAT il rischio che i mondiali di calcio generino una maggiore richiesta di sesso nelle città sudafricane, con l’arrivo di molti turisti, e che essa coinvolga anche minorenni è forte. Il Sudafrica risulta essere una meta emergente di turismo sessuale con minori. Funzionari di alto livello sudafricani e organizzazioni locali, nei mesi scorsi, hanno più volte espresso preoccupazione.

ECPAT - è una rete internazionale di organizzazioni impegnate nella lotta al fenomeno della prostituzione infantile, della pornografia infantile e della tratta di minori a scopi sessuali con status consultivo presso il Consiglio Economico e Sociale dell’ONU. Svolge attività di monitoraggio a livello nazionale ed internazionale sull’implementazione degli strumenti internazionali, realizza rapporti e coopera con il Comitato sui diritti dell’infanzia delle Nazioni Unite. ECPAT-Italia, ha redatto, con il supporto di altri organismi ed associazioni che operano nel settore del turismo, il Codice di Condotta dell’Industria Turistica italiana, finalizzato al contrasto dello sfruttamento sessuale dei bambini in ambito turistico.

regione del veneto
pace diritti umani